Meteo Giornale » Archivio » News Meteo »

Alluvione a Tbilisi, neve sul mare in Islanda, freddo e neve in Croazia

immagine articolo alluvione a tbilisi neve sul mare in islanda crollo termico tra slovenia e croazia
seconda immagine articolo alluvione a tbilisi neve sul mare in islanda crollo termico tra slovenia e croazia Una immagine degli allagamenti di Tbilisi (fonte www.civil.ge) e una webcam riferita a domenica 13 maggio nei pressi di Siglufjordur, villaggio costiero del nord dell'Islanda (fonte www.vegagerdin.is)
Forti piogge hanno provocato straripamenti e allagamenti nella capitale georgiana Tbilisi con numerosi danni e decessi. Almeno cinque persone, di cui due bambini sono morte per la piogge alluvionali che si sono abbattute su Tbilisi tra il tardo pomeriggio di sabato 12 e le prime ore di domenica 13 maggio (93 mm tra le 22 e l'1 di domenica, ora locale), con la tracimazione del fiume Mtkvari e il collasso della rete cittadina di smaltimento delle acque piovane. Si tratta dell'inondazione più devastante degli ultimi 40 anni, secondo quanto riferisce il ministero georgiano che si occupa di emergenze. Secondo i media del posto, una donna e i suoi due figli, di cinque anni e sei mesi, sono rimasti intrappolati nella loro casa inondata da un fiume di acqua e fango, in seguito alle forti piogge. Le altre due vittime sono una donna e un uomo. I danni più significativi e le vittime si sono avuti nel distretto di Ortachala.

Neve al livello del mare in Islanda settentrionale domenica 13 maggio. Imbiancati i villaggi di Siglufjordur e Olafsfjordur e anche la città di Akureyri, la principale del nord dell'isola nordatlantica, con temperatura che nel pomeriggio è scesa ampiamente sotto lo zero (-0,9°C alle 18 GMT). Neve anche a Bolungavik, nel nordovest.

CINA: disastrosa grandinata uccide 40 persone

Ancora maltempo e freddo in Regno Unito, in particolare in Scozia. Tra le 18 GMT di sabato 12 e la stessa ora di domenica 13 maggio, 81 mm a Skye, 46 ad Aultbea, 39 a Loch Glascarnoch, 29 a Tulloch Bridge. Forti venti da SW hanno spazzato lo Scozia, con raffiche impetuose sulle Highlands (174 km/h ad Aonach Mor e Cairngorm), dove è caduta ancora la neve oltre i 6-700 metri. Al livello del mare le temperature massime sono rimaste tra i 9° e 12°C, con per esempio 10,2°C a Skye e 11,2°C a Glasgow/Prestwick.

INTENSI TEMPORALI tra Austria e Slovenia

Forti piogge, anche temporalesche, in Slovenia e Croazia tra sabato 12 e domenica 13 maggio. In Slovenia, tra le 6 GMT di sabato e la stessa ora di domenica, 76 mm a Slovenj Gradec, 56 a Katarina, 51 a Vogel, 49 a Celje, 48 a Lesce, 46 a Maribor, 41 a Lubiana/Bezigrad. Gran parte delle precipitazioni sono avvenute nelle ultime 12 ore del periodo. Con l'arrivo del fronte vi è stato un notevole calo termico. Lubiana/Bezigrad ha registrato una massima di 31,2°C sabato pomeriggio, ma alle 6 GMT di domenica pioveva con 4,9°C e nel pomeriggio di domenica non si sono superati gli 11,4°C. Nel sud dell'Austria, in Carinzia, tra le 6 GMT di sabato e la stessa ora di domenica sono caduti 61 mm di pioggia a Klagenfurt, di cui 42 tra le 15 e le 18 GMT di sabato. La massima di sabato a Klagenfurt è stata 28,4°C, domenica non si sono superati i 12,9°C.

Temperature di domenica, che poderoso SBALZO TERMICO al Nord

In Croazia, il peggioramento è arrivato qualche ora dopo. Tra le 18 GMT di sabato e la stessa ora di domenica, 66 mm a Senj, 43 a Ogulin e Zavizan (neve), 37 a Krapina, 30 a Parg. Ai 1597 m dello Zavizan i 14,1°C delle 18 GMT di sabato erano diventati già 0,0°C alle 3 GMT di domenica, mentre alle 18 GMT vi erano -3,1°C e 19 cm di neve fresca al suolo. Altro esempio del formidabile calo termico le massime di Senj, 29,5°C sabato e 10,9°C domenica. A Ogulin (m 328) la massima di sabato è stata 30,0°C, quella di domenica 8,5°C, ma la cosa più incredibile è stata la neve delle prime ore del mattino di domenica, con il termometro sceso fino a 1,2°C.

Video shock: il devastante passaggio del TORNADO a Grand Isle, in Louisiana

Molte regioni europee hanno visto un netto calo termico tra sabato 12 e domenica 13 maggio, ma la canicola ha continuato a interessare l'Andalusia, la regione di Murcia e l'Estremadura, nel sud della Spagna. Domenica, queste alcune massime: Jerez 37,2°C, Cordoba 37,0°C, Murcia 36,1°C, Siviglia 35,9°C, Badajoz 35,6°C, Granada 35,1°C. Molto caldo anche sulla Meseta, con 35,0°C a Ciudad Real, 34,2°C ad Albacete, 32,4°C a Madrid/Barajas.

Cacciatori di tempeste scovano TORNADO in Germania

Gran caldo anche in Marocco. Sabato, Marrakesh ha superato i 40°C (massima 40,2°C), ma Agadir e Tan-Tan sono arrivate addirittura a 41,°C. Domenica, Tan-Tan 41,5°C, Agadir 41,0°C, Marrakesh 40,5°C, Beni-Mellal 37,4°C.

Caldo dalla Spagna alle Alpi, bollono Ucraina e sud della Russia

Mauritania e Senegal epicentro del caldo africano sabato 12 maggio. In Senegal, Matam 47,0°C, Podor 45,5°C. In Mauritania, Akjoujt 46,6°C, Kaedi 46,0°C, Kiffa e Aioun el Atrouss 45,0°C. Valori molto simili domenica, con ancora 47,0°C a Matam.

Forti piogge nel sud della Cina domenica 13 maggio. Tra le 18 GMT di sabato e la stessa ora di domenica, 143 mm a Xinyi, 90 a Guiping (dopo i 149 delle precedenti 24 ore), 84 a Shaoguan. Nelle 24 ore precedenti, oltre ai 149 mm di Guiping, 155 mm a Nanchang, 140 a Liuzhou, 138 a Yuanling, 73 a Mengshan e Xiushui.

Pubblicato da Giovanni Staiano - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina