Meteo Giornale » Archivio » Focus Modelli Meteo »

Ritorno delle tanto sospirate piogge, boccata d'ossigeno per il Nord Italia

Proiezioni ora in parte favorevoli alle piogge ed anche in prospettiva ci sono spiragli importanti per le perturbazioni atlantiche.

L'Alta Pressione si prende una pausa, ma non scompare...

immagine 1 del capitolo 1 del reportage arrivano piogge preziose per il nord italia Mappa MTG-LAM dei venti e dell'umidità relativa stimata all'altezza isobarica di 500 hPa (circa 5500 metri d'altezza): Nord e parte del Centro saranno sotto l'influsso umido meridionale, le colorazioni azzurre indicano infatti umidità sopra l'80-90% che significa una copertura nuvolosa diffusa ed alta probabilità di precipitazioni. Rielaborazione grafica a cura della Redazione Meteo Giornale. Fonte http://www.meteogiornale.it/mappe-modelli-meteo

E' giunta l'ora degli scambi meridiani?

FLUSSO UMIDO E PERTURBATO Le piogge si stanno facendo ancora desiderare per le assetate terre del Nord Italia, ma la situazione si sta ormai sbloccando. Abbiamo più volte detto di una crescente instabilità e questo quadro è sostanzialmente confermato, con il crescente afflusso di correnti umide dai quadranti meridionali che, impattando contro le Alpi, dovrebbero esaltare la spinta ascensionale e le precipitazioni al Nord, specie a ridosso dei rilievi. Una parziale avanzata dell'onda ciclonica da ovest risulterà congeniale per portare il picco di questa parentesi instabile fra giovedì e venerdì, con piogge più consistenti e diffuse. I fenomeni non dovrebbero tuttavia risultare così accentuati come si conviene ad una vivace fase instabile, anche perché il cuore della saccatura tenderà ad approfondirsi sulla Penisola Iberica.

PIOGGE ANTI-SICCITA' Diverse linee instabili faranno rotta sull'Italia Centro-Settentrionale: mancando veri e propri sistemi perturbati incisivi, le piogge cadranno un po' a macchia di leopardo e soprattutto la loro entità e localizzazione non risulterà facilmente definibile. Come già preannunciato, un sistema perturbato più importante mostrerà la sua impronta a metà settimana: pur in assenza di una configurazione ciclonica ben importanti, l'afflusso di correnti umide da S/SW in quota appare incoraggiante per portare buoni apporti precipitativi sulle zone maggiormente in deficit: ci riferiamo ai settori alpini, prealpini e pedemontani, dove le piogge saranno più continue mentre in quota cadrà la neve, seppure a quote in genere non inferiori ai 2000 metri d'altezza.

EFFETTO STAU Non va trascurata la situazione lungo la pedemontana orientale fra Alto Veneto e Friuli, dove le correnti da stau (direttrice da S/SW) potrebbero localmente esaltare l'effetto sbarramento con piogge forti e continuative fra giovedì e venerdì: si tratterà di una fase perturbata abbastanza breve, ma nelle zone più esposte bisognerà considerare il fatto della caduta di eventuali piogge di una certa importanza a scala locale: non sono da escludere possibili frane e smottamenti, a causa dei terreni estremamente aridi che potrebbero non assorbire facilmente troppa pioggia caduta in poche ore.

immagine 2 del capitolo 1 del reportage arrivano piogge preziose per il nord italia Le precipitazioni stimate dal modello MTG-LAM per giovedì 5 aprile: forse sarà la giornata peggiore al Nord, seppur con piogge deboli o al massimo moderate, a tratti a carattere di rovescio, più continue sulle Alpi e zone pedemontane esposte ai venti meridionali. Fonte http://www.meteogiornale.it/mappe-modelli-meteo

immagine 3 del capitolo 1 del reportage arrivano piogge preziose per il nord italia Le precipitazioni stimate dal modello MTG-LAM per venerdì 6 aprile: migliora al Nord, ma ancora con iniziale maltempo sulle zone pedemontane del Nord-Est. Fonte http://www.meteogiornale.it/mappe-modelli-meteo

SI RIAPRE LA STRADA PER L'ATLANTICO? Le prospettive di vivace instabilità perturbata per i prossimi giorni potrebbero non essere momentanee. Altre piogge giungerebbero infatti a ridosso di Pasqua e l'alta pressione in successiva avanzata potrebbe non essere in grado di contenere la voglia di riscatto di una depressione oceanica che potrebbe riprendere il suo ruolo guida e spingere sistemi perturbati in prospettiva fin sull'Italia.

Pubblicato da Mauro Meloni - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina