Meteo Giornale » Archivio » Focus Modelli Meteo »

Ritorno in grande stile dello scirocco perturbato, il grande assente di quest'autunno

Inizio di settimana, attenzione concentrata sul Nord-Ovest dove si prospetta il ritorno di grandi piogge

quale raramente è stato in grado di proporci il caratteristico flusso atlantico fino alle nostre latitudini. Ora lo scenario sembra decisamente cambiato ed all'inizio della nuova settimana assisteremo probabilmente alla definitiva svolta: è attesa l'entrata in scena di una dinamica perturbata oceanica che ancora non si era vista, pur rappresentando un disegno abbastanza tipico dell'autunno. Una saccatura, con perno prossimo alla Gran Bretagna, sprofonderà verso l'Iberia ed il Mediterraneo Occidentale, dirigendo poi le perturbazioni all'assalto dell'Italia attraverso un pescaggio di correnti miti ed umide di estrazione afro-mediterranea.

Importante rovesciamento di fronte: arriva l'ora delle grandi precipitazioni sul Nord?

Le poche incursioni perturbate atlantiche viste finora avevano invece avuto una rotta diversa che le portava in genere a giungere dalla Francia: inevitabilmente, con l'impatto sulle Alpi, questi fronti si disgregavano e hanno quasi sempre lasciato solo le briciole sul Settentrione, con particolare riferimento al Nord-Ovest. La prossima fase di maltempo promette di portare invece le maggiori conseguenze proprio sulle regioni nord-occidentali dell'Italia, stavolta privilegiate dall'orografia e da una circolazione meridionale (libeccio in quota e scirocco al suolo) che farà da mix perfetto per le grandi precipitazioni.

immagine 1 del capitolo 1 del reportage grandi piogge nordovest scirocco perturbato Le precipitazioni stimate per la giornata di martedì 25 ottobre sull'Italia: abbiamo cerchiato l'area di maggiore maltempo che riguarderà le regioni di Nord-Ovest. Rielaborazione grafica a cura della Redazione Meteo Giornale. Fonte http://www.meteogiornale.it/mappe-modelli-meteo

Fra lunedì e martedì assisteremo all'ingresso perturbato in grande stile ed all'insediamento di correnti più miti sciroccali su tutta l'Italia, che scalzeranno l'aria più fredda pre-esistente. Come spesso accade in queste dinamiche perturbate, il flusso sciroccale risulterà parzialmente deviato in Val Padana dove assumerà una componente più orientale per poi scivolare con forza come vento di "Tramontana scura" verso le vallate liguri centro-occidentali. La dinamica della circolazione di correnti, con lo scirocco che sarà presente negli strati medio-bassi della troposfera, sarà fondamentale per esaltare la fenomenologia (soprattutto a ridosso dei settori montuosi esposti) tra Piemonte e Liguria centro-occidentale.

immagine 2 del capitolo 1 del reportage grandi piogge nordovest scirocco perturbato Intensità e direzione dei venti al suolo stimati dal modello MTG-LAM per le ore centrali di martedì 25: notiamo il flusso sciroccale quasi ovunque dominante, a parte la Val Padana che per la sua conformazione chiusa dai rilievi vedrà il vento giungere in prevalenza da est. Fonte http://www.meteogiornale.it/mappe-modelli-meteo

Piogge pericolose? Nell'arco di 24 ore sono attesi cumulati di sicuro molto elevati sulle zone maggiormente esposte, ma nel contempo la quota neve non dovrebbe essere eccessivamente elevata. Inoltre, sulla base delle attuali proiezioni, sembra proprio che non si configuri un blocco evolutivo, ma che il sistema perturbato riesca ad evolvere verso est, con un successivo cambio di circolazione che preluderà ad un miglioramento nella giornata di mercoledì. In conclusione sono certo attese le piogge più abbondanti di quest'autunno, ma senza rischi così elevati da un punto di vista idrogeologico. Rammentiamo che la portata dei fiumi è in genere sotto la norma e i rischi maggiori riguarderanno eventuali eccessive piogge in tempi molto limitati, che possano scorrere sui terreni troppo secchi senza che vi sia la possibilità d'essere assorbite.

Pubblicato da Mauro Meloni - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina