Meteo Giornale » Archivio » News Meteo »

Venerdì di fuoco in Giordania, Siria e Libano, caldo anche in Messico e Sudamerica

immagine articolo venerdi di fuoco in giordania siria e libano caldo anche in messico e sudamerica Tempio di Ercole ad Amman (fonte immagine http://commons.wikimedia.org, su licenza GNU Free Documentation License): 44°C nella capitale giordana venerdì 20 agosto. Giornata eccezionale venerdì 20 agosto in Giordania, nuovo record assoluto nell'aeroporto Queen Alia di Amman con 44,0°C, precedente 43,8°C nel luglio 1998. Record anche a Mafraq, con 44,8°C, stracciato il precedente primato di 43,5°C del luglio 2000. Record a Irbid con 42,6°C. 45,0°C la massima ad Aqaba, sul Mar Rosso.

Primi geli in Svezia e Mongolia, gran caldo in Medio Oriente, temporali in Spagna

Notevoli valori venerdì, anche se non record, fra Siria e Libano. In Siria, Dara'A 44,7°C, Damasco 44,6°C (45,8°C il record), Hama e Raqqa 44,2°C, Abukmal e Palmyra 44,0°C. In Libano, Houche-Al-Houmara (m 920) 44,2°C, Beirut 38,4°C. La capitale libanese da settimane fa registrare minime sopra i 25°C e massime sopra i 32°C, fino a questo momento agosto viaggia circa 3°C sopra media.

Gran caldo anche a Cipro. Venerdì 20 agosto, Lefkoniko 43,7°C, Nicosia 41,7°C, Iskele 38,5°C, Larnaca 37,0°C. 32,3°C la media delle massime di agosto di Larnaca.

Confermato lo scorso 7 agosto il valore record di 51,4°C a Almog, in Israele, sotto il livello del mare. Scartando i dati poco attendibili di Tirats Tsvi, che riporta un primato di 53,7°C ma aveva molteplici problemi, il 51,4°C è il nuovo record israeliano, supera addirittura i valori palestinesi del 1942 (51,2°C a Qalya, 51,0°C a Allen Bridge). In realtà, Almog e Qalya sono lo stesso posto. Qalya è in Cisgiordania, ma il Kibbutz Almog è ebreo. Il punto è se questa località rientra nei territori sotto l'autorità palestinese o no? Probabilmente nel futuro saranno due paesi separati, quindi si pone la questione di quale paese detenga il record. I Kibbutz sono enclavi con sovranità o no? Nel primo caso il record spetta a Israele, nel secondo alla Palestina. Comunque Qalya che ha fatto 51,2°C nel 1942 e Almog che ha fatto 51,4°C il 7 agosto 2010 sono lo stesso posto.

In Sudamerica fa caldo, è lontana l'ondata di freddo che in luglio portò le massime localmente intorno ai 15°C in piena Amazzonia. Rio Branco (Brasile) ha raggiunto 39,0°C giovedì 19 e 38,7°C venerdì 20 agosto, dopo anche un 39,1°C venerdì 13 agosto. Agosto si sta rivelando caldissimo, la media delle massime di questo mese a Rio Branco è 32,6°C. Gran caldo anche in Perù (nel settore amazzonico Tarapoto 36,2°C, Iquitos 34,7°C giovedì 19, 32,9° e 31,6°C le rispettive medie delle massime di agosto).

Anche in Paraguay superati i 38°C giovedì, con 38,2°C a Base 5 General A. Jara. 34,4°C a Mariscal Estigarribia, 33,4°C a San Pedro, 32,6°C a Concepcion. Le medie delle massime di agosto di Mariscal Estigarribia e Concepcion sono 28,9° e 26,5°C. Si riscalda anche Santiago del Cile, con temperatura massima già 23,8°C giovedì 19 agosto.

Caldo giovedì 19 agosto in Messico con Ejido e Altar arrivate a 45,9° e 45,0°C, a un paio di gradi dai loro record assoluti. Venerdì, Ejido e Altar si sono fermate a 43,0° e 42,0°C, superate da Phoenix (Arizona, USA) che ha raggiunto i 43,3°C, contro i 39,8°C della media delle massime di agosto. Molto calda venerdì anche Las Vegas (Nevada, USA), con massima 41,7°C (39,6°C la media).

Freddo invece negli altipiani sudafricani con fino ai -10,0°C di Sutherland venerdì 20 agosto. Segnaliamo anche: Barkly East -6,8°C, Kimberley -6,3°C, Bloemfontein -5,2°C.

In Groenlandia giovedì 19 agosto estremi 11,1°/17,1°C nella fredda Upernavik a oltre 72°N, più a sud (67°N) 8,4°/18,8°C a Sisimiut, dove mercoledì 18 si erano raggiunti i 20,6°C e venerdì 13 i 21,0°C. A 68,4°N, Egedesminde ha raggiunto i 15,9°C mercoledì 18 agosto, quasi 8°C sopra media. Sono state miti le ultime settimane in quasi tutta la Groenlandia, con anomalie positive importanti e prolungate.

Venerdì 20 agosto, prima giornata fredda a Mosca, con massima 19,9°C e minima sotto i 10°C (solo mercoledì la massima era ancora salita a 33,2°C), probabilmente la terribile estate 2010 è finita nel centro-nord della Russia europea (numerose le gelate venerdì, citiamo Arcangelo -0,7°C, Kotlas -1,6°C, Syktyvkar -2,1°C), mentre continua nell'estremo sud del paese, dove comunque è normale che l'estate sia lunga e calda (le temperature sono peraltro rientrate nella media anche in quella parte del paese).

Pubblicato da Giovanni Staiano

Inizio Pagina