Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

Goccia fredda sull'Italia: il cambio stagionale coincide con le prime vivacità temporalesche

Instabilità al Centro-Sud, per la lacuna barica che coinvolge i mari italiani

L'alta pressione domina lo scenario sul comparto centro-orientale del Continente, contrapposto a due aree di bassa pressione: la prima area ciclonica è collocata sul Vicino Atlantico, mentre la seconda, di carattere freddo, si trova posta fra la Scandinavia e l'Artico Russo. Il campo anticiclonico non è tuttavia così solido in quota, proprio sui mari italiani, dove è presente una lieve situazione vorticosa in quota, con una goccia fredda che incentiva l'instabilità atmosferica.

Marcata instabilità al Centro Sud, schiarite e progressivo miglioramento al Nord

immagine 1 del capitolo 1 del reportage goccia fredda il cambio stagionale coincide con i temporali Situazione odierna all'altezza di 500hPa e della pressione al livello del suolo: si osservi una lacuna barica sull'Italia, per la presenza di una debole circolazione ciclonica in quota. Fonte: http://www.meteogiornale.it/mappe-modelli-meteo

Brusco passaggio stagionale sull'Europa Continentale: dal gelo ai tepori primaverili

Le precipitazioni, nel corso delle prossime ore, andranno ad interessare gran parte del Centro-Sud e la Sardegna: si avranno i primi episodi temporaleschi ad evoluzione diurna della stagione, quelli cioè nei quali l'azione termoconvettiva è decisamente esaltata dal soleggiamento diurno.

immagine 2 del capitolo 1 del reportage goccia fredda il cambio stagionale coincide con i temporali Previsione delle precipitazioni per le prossime ore pomeridiano-serali. Fonte: http://www.meteogiornale.it/mappe-modelli-meteo

Questa mappa delle velocità verticali all'altezza isobarica di 700 hPa è in genere un ottimo indicatore per comprendere su quali zone risulta maggiormente probabile la fenomenologia a carattere di rovescio o temporali: i colori caldi (tendenti al rosso) indicano i settori dove si avranno moti ascensionali. Da notare anche l'indicazione dei tassi d'umidità relativa elevati (valori tra l'80 ed il 90%), un ulteriore indice dell'aria instabile in ascesa verticale a supporto dello sviluppo di nubi temporalesche.

immagine 3 del capitolo 1 del reportage goccia fredda il cambio stagionale coincide con i temporali Carta GFS delle velocità verticali, vento ed umidità relativa all'altezza di 700 hPa per le ore pomeridiane di oggi, mercoledì 24 Marzo. Fonte: http://www.meteogiornale.it/mappe-modelli-meteo

Nei prossimi giorni l'anticiclone tenderà a consolidarsi anche in quota, con gli elevati geopotenziali che andranno progressivamente ad inibire le velleità instabili.

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina