Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

Super maltempo: Nord quasi tutto sotto bufere di neve, la Bora record sferza Trieste

Accumuli di maggiore rilievo tra Emilia e Basso Piemonte. Nevicate fino a sera, poi graduale attenuazione dei fenomeni

Un risveglio straordinariamente bianco ha accolto tutto il Nord Italia: la neve ha risparmiato soltanto la Romagna costiera, la Riviera Ligure, i fondovalle del Trentino-Alto Adige e della Valtellina, così come una piccola parte della pianura veneta-friulana.

E' maltempo diffuso. Nevica su tutto il Nord, forti rovesci al Sud, instabile al Centro

Dove sono in atto le maggiori nevicate? Fra le zone più colpite non possiamo non citare l'Emilia Romagna, dove gli accumuli di neve stanno ormai superando i 30-40 centimetri in svariate zone di pianura. L'immagine in basso è relativa a Bologna, dove sta ancora nevicando copiosamente ed i fiocchi, appoggiati alla telecamera, non rendono perfettamente visibile il panorama decisamente imbiancato. A causa dell'intensa nevicate l'aeroporto di Bologna è stato chiuso dalle prime ore mattutine: sono in corso tutte le attività di sgombero delle infrastrutture di volo e le operazioni di sghiacciamento degli aeromobili.

immagine 1 del capitolo 1 del reportage maltempo super nord sotto bufere di neve la bora sferza trieste Bologna innevata, nella webcam semicoperta dai fiocchi di www.bolognameteo.it

Tormente di neve anche sulle pianure del Triveneto, dove la neve è caduta accompagnata da potenti raffiche di Bora, che hanno interessato le coste e svariate località urbane. Nonostante il blizzard e lo scaccianeve, l'intensità delle precipitazioni ha consentito depositi di neve anche sulle spiagge, come possiamo notare in questa webcam di Caorle, nei pressi di Venezia.

immagine 2 del capitolo 1 del reportage maltempo super nord sotto bufere di neve la bora sferza trieste Spiagge innevate a Caorle, sul veneziano, si sono avute ore di autentico blizzard

Un po' di neve è caduta anche sul Friuli Venezia Giulia, ma non abbondante almeno in pianura. Il potentissimo vento di Bora, che sta già soffiando con notevole intensità da martedì pomeriggio, non ha tuttavia consentito degli accumuli significativi al suolo: è dunque proprio il vento di Bora il grande protagonista dello scenario, tanto che tra le 8 e le 9 di questa mattina l'Osmer, Osservatorio Meteo Regionale dell'Arpa, ha segnalato una raffica di ben 152 km/h, autentico record almeno dall'inizio degli anni 2000. La media del vento si tiene a lunghi tratti sui 100 km/h, anche questo dato d'estremo rilievo.

immagine 3 del capitolo 1 del reportage maltempo super nord sotto bufere di neve la bora sferza trieste Trieste libera dalla neve, ma si noti il mare spazzato dalla furia della Bora che scende dal Carso con una violenta davvero rilevantissima. Fonte webcam http://www.radiopuntozero.it

Le nevicate non hanno certo risparmiato le regioni di Nord-Ovest: una vera apoteosi bianca interessa in particolare le aree comprese fra il Basso Piemonte e l'entroterra ligure: in tutte queste zone gli accumuli al piano (corrispondente a 400-500 metri) superano persino i 50 centimetri. Sulla foto Cuneo, sicuramente fra le zone che stanno ricevendo i maggiori apporti nevosi.

immagine 4 del capitolo 1 del reportage maltempo super nord sotto bufere di neve la bora sferza trieste Il centro storico di Cuneo ammantato da tantissima neve. Fonte webcam da www.meteo-system.com

Infine, la neve sta cadendo a MMilano dalla serata di ieri, anche se non si segnalano disagi particolare, seppure la Protezione Civile mantiene uno stato d'allerta in considerazione della possibilità che la precipitazione possa intensificarsi. La città è imbiancata anche in pieno centro, mentre nella periferia, il manto bianco è attorno a 5 centimetri.

immagine 5 del capitolo 1 del reportage maltempo super nord sotto bufere di neve la bora sferza trieste Nella foto, Milano alle ore 8.00, foto di Andrea Meloni - staff Meteo Giornale

Cosa attenderci nelle prossime ore? Le nevicate dovrebbero progressivamente perdere vigore, ma continueranno ancora quasi ininterrottamente fino a tarda sera o notte su gran parte delle zone maggiormente coinvolte.

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina