Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

Scandinavia: addolcimento termico a braccetto con la neve, ma inizia un nuovo afflusso artico

Lento disgelo sulla Penisola Scandinava pagato a prezzo di notevoli nevicate, ma già sono in azione le prime interferenze di nuova recrudescenza fredda

L'area ciclonica sulle zone meridionali scandinave, la stessa che ha sconvolto per i fenomeni violenti alcune aree del cuore centro-occidentale dell'Europa, ha contribuito ad apportare nelle ultime ore un ulteriore addolcimento termico sulla Penisola Scandinava, perlomeno per quanto concerne i settori meridionali. Il grande gelo per il momento si è così smorzato, ma certamente la Primavera appare assai lontana da queste parti.

La fase di disgelo, cominciata da alcuni giorni, è stata accompagnata da neve a più riprese, con fenomenologia che si è ulteriormente accentuata in corrispondenza del transito del vortice di bassa pressione giunto dal Mare del Nord. In Svezia continua tuttora a nevicare: sulla capitale Stoccolma la temperatura ha tuttavia raggiunto gli 0°C, a conferma dell'ulteriore addolcimento termico.

immagine 1 del capitolo 1 del reportage scandinavia addolcimento termico a braccetto con la neve Una veduta dell'Arena "Ericsson Globe" di Stoccolma, da www.webbkameror.se

immagine 2 del capitolo 1 del reportage scandinavia addolcimento termico a braccetto con la neve Panorama di Stoccolma dopo le ultime nevicate, immagine webcam tratta da www.ssci.se

Le nevicate non hanno risparmiato Helsinki, di recente interessata da ulteriori episodi nevosi assai degni di nota, tanto che quest'oggi l'altezza del manto nevoso è cresciuta a 63 centimetri. La temperatura, anche nel capoluogo finlandese, ha toccato in queste ultime ore la fatidica quota degli zero gradi, a conferma di un clima non così rigido come quello che si aveva fino a pochi giorni fa.

immagine 3 del capitolo 1 del reportage scandinavia addolcimento termico a braccetto con la neve Ad Helsinki l'atmosfera resta glaciale, com mare ancora ghiacciato a dispetto di una temperatura salita fino a 0°C. Fonte immagine http://finland.fi

Lo spostamento verso est del vortice ciclonico sta tuttavia contribuendo a richiamare di nuovo verso sud le correnti artiche dalle zone settentrionali scandinave. L'afflusso freddo artico sta anzitutto interessando la Norvegia (Oslo non è andata oltre i -3°C, nonostante le schiarite), ma poi estenderà i suoi effetti anche sulle restanti aree scandinave. L'avvezione fredda artica si spingerà poi progressivamente al comparto centrale europeo, dove tornerà a farsi sentire un clima piuttosto rigido.

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina