Meteo Giornale » Archivio » Sotto la lente »

Gelo e neve picchiano duro in Francia: il largo giro dell'aria artica che sta irrompendo verso l'Italia

La ciclogenesi mediterranea costringe l'aria fredda a sbarcare da ovest verso i mari italiani: effetti attenuati ma la voce invernale si sentirà anche al Sud

Non sta tardando a presentarsi l'irruzione d'aria artica su parte delle nostre regioni. La peculiarità più interessante da notare riguarda il movimento delle masse d'aria molto fredde d'estrazione artica, che abbiamo cercato di sottolineare nell'istantanea Meteosat. Salta all'occhio il largo giro a cui sono costrette tali masse d'aria per via di una configurazione barica generale che certamente non favorisce una penetrazione diretta di tale aria gelida dal Rodano verso l'Italia, in particolare alle altezze superiori dell'atmosfera. Una profonda bassa pressione avvolge il cuore del Mediterraneo: vi invitiamo a notare come la stessa immagine Satellitare mette in evidenzia, con macchie di tonalità celeste, la neve che ricopre vaste lande interne della Spagna e la Catena dell'Atlante sul Nord Africa. In realtà anche la Francia è quasi per intero ricoperta di neve, ma la nuvolosità che ricopre il territorio impedisce di poter notare la presenza del manto bianco. Più ad est, tra l'Egeo, la Turchia e Mar Nero risalgono invece masse d'aria calde dalla Libia.

Incursione fredda in quota: gli step dell'ulteriore raffreddamento termico atteso nelle prossime ore

immagine 1 del capitolo 1 del reportage gelo e neve in francia largo giro dell aria artica in propagazione all italia Immagine delle ore 09UTC di sabato 9 Gennaio 2010. Copyright 2010 © EUMETSAT

Profonda ferita perturbata sul Mediterraneo, imminente l'ingresso dell'aria Artica

L'aria artica perde quindi parecchie delle sue caratteristiche originarie giungendo sull'Italia, per via del lungo tragitto a cui è costretta. Un vero peccato, vista la situazione di gelo che avvolge la Francia: la nazione transalpina sta vivendo una stagione invernale davvero da annali e, Parigi, dopo esser scesa a 13 gradi sotto lo zero nella mattina di ieri, quest'oggi è avvolta di nuovo da una nevicata, con temperature diversi gradi sotto lo zero.

immagine 2 del capitolo 1 del reportage gelo e neve in francia largo giro dell aria artica in propagazione all italia Gelido freezer su Parigi, nevica questa mattina. Fonte webcam http://parispanoramique.ifrance.com/

Volgendo invece lo sguardo al nostro Paese, la prevista diminuzione della temperatura ha colpito anzitutto la Sardegna, ove è giunta da ieri sera con anticipo rispetto alle proiezioni: in realtà le forti precipitazioni hanno favorito un rovesciamento verso i bassi strati dell'aria fredda, da qui l'abbassamento delle temperature. La neve è caduta in nottata a partire dagli 800 metri, così che i paesaggi oltre i 900 metri appaiono imbiancati. Nella foto, Tonara (Nuoro) che con la sua quota di 900 metri sfoggia la prima nevicata del 2010.

immagine 3 del capitolo 1 del reportage gelo e neve in francia largo giro dell aria artica in propagazione all italia Tonara innevata, paese della Barbagia nel nuorese, in Sardegna. Fonte webcam www.tonarameteo.it.

Ma vediamo quel che accadrà nella seconda parte della giornata di oggi e il mattino di domani, tramite l'ausilio delle mappe elaborate dal modello MTG-LAM: la prima cartina si riferisce alla stima delle precipitazioni attese nel corso delle prossime 12 ore, fino alla mezzanotte: si notano i fenomeni principalmente concentrati sulle aree tirreniche e sulla Sardegna, le più esposte al flusso occidentale che porterà aria sempre più fredda. Ulteriori precipitazioni interesseranno anche il Nord Italia, per la presenza del ramo perturbato occluso e l'attenuazione del richiamo mite sciroccale darà forse modo alla neve di tornare ad interessare le basse quote della Val Padana occidentale questa sera. Nella prima parte della giornata di domani (ultima mappa in basso) le precipitazioni tenderanno a concentrarsi al Sud e sulle Isole: l'ulteriore calo termico in quota spingerà a tratti le nevicate sui rilievi, fino a quote localmente collinari, ma anche probabilmente fino a bassa quota in Sardegna.

immagine 4 del capitolo 1 del reportage gelo e neve in francia largo giro dell aria artica in propagazione all italia Precipitazioni previste dal modello MTG-LAM per il pomeriggio-sera di oggi, sabato 9, fino alle ore 00Z. Fonte: http://www.meteogiornale.it/mappe-modelli-meteo

immagine 5 del capitolo 1 del reportage gelo e neve in francia largo giro dell aria artica in propagazione all italia Precipitazioni previste dal modello MTG-LAM per la prima parte della giornata di domani, domenica 10, dalle ore 00Z alle ore 12Z. Fonte: http://www.meteogiornale.it/mappe-modelli-meteo

Il nostro "Belpaese" resterà dunque escluso dai rigori duri dell'Inverno che hanno interessato ed interessano gran parte d'Europa, tuttavia è normale che sia così data la nostra posizione ed il riparo offerto dall'Arco Alpino. Tuttavia sembra una stagione invernale dalle potenzialità ancora notevoli, quindi tutto può accadere in questo mese di Gennaio che sembra intenzionato a presentare, in prospettiva, ulteriori discese fredde.

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina