Meteo Giornale » Archivio » Media News »

La Terra ha la febbre: è in arrivo un termometro per misurarla

immagine articolo la terra ha la febbre in arrivo termometro per misurarla Rielaborazione grafica a cura della Redazione. La nuova invenzione consiste in un'asta da inserire nel suolo, attraverso un foro di dimensioni contenute, chiamata "Optical Soil Dipstick" (OSD), che in tempo reale fornirà dati diagnostici per risolvere misteri e fare analisi accurate. Secondo il Professor Eyal Ben-Dor del Dipartimento di Geografia della TAU, il suo termometro potrà essere d'aiuto a scienziati, progettisti e agricoltori, per analizzare e misurare la salute del suolo.

Che è accaduto al Global Warming?

I geografi, per esempio, potranno scoprire quali terreni sono più o meno adatti all'agricoltura. Al giorno d'oggi l'operazione non è affatto semplice ed assai dispendiosa, perché prevede l'uso di macchinari costosi, sia per effettuare gli assaggi di terreno, sia per le analisi di laboratorio.
Il termometro sarà di facile utilizzo anche per i non addetti ai lavori: si sistema lo strumento in un piccolo buco nel suolo e fornisce in tempo reale informazioni, salvabili su supporti portati o computers.

Sarà possibile sapere se un terreno è inquinato, il termometro analizzerà la composizione dei terreni coltivati e da coltivare. Si potrà quindi realizzare una mappa del suolo, importante per le diverse studiosi che ne analizzano l'influsso nel cambiamento climatico, per coloro che lavorano nel campo dell'agricoltura, per ingegneri, geologi e per tutte quelle attività legate alla terra.

Orientativamente l'OSD avrà un prezzo che si aggira attorno ai $10,000, ma saranno soldi ben investiti, come spiega anche il Professor Ben-Dor. Annualmente le risorse che le autorità statali e i vari ministeri investono per finanziare tali rilievi e ricerche, mentre con l'OSD si potrebbero realizzare per esempio mappe del suolo in Oriente, nell'Artico, in Africa, ovvero in tutte quelle zone in cui ricercatori e agenzie governative stanno portando avanti le loro attività per scoprire come i cambiamenti climatici e la crescita della popolazione stanno colpendo il nostro Pianeta e le sue risorse.

Attualmente l'OSD esiste sotto forma di prototipo, ma se ne sta affinando il progetto per la commercializzazione. Se viene trovato un giusto partner commerciale, probabilmente entro la fine dell'anno lo si potrà trovare anche in commercio negli Stati Uniti.

L'efficacia dell'Optical Soil Dipstick è stata recentemente descritta sul "Soil Science Society of America Journal".

Pubblicato da Alessandra Garau

Inizio Pagina