METEO Italia. Forte anticiclone e primavera, inizia a cambiare dal weekend

Esteso dominio anticiclonico, con temperature sopra media anche in gran parte d’Europa. Spiragli di cambiamento in vista


Ultimissime da Google News clicca su Stellina

METEO SINO AL 2 MARZO 2021, ANALISI E PREVISIONE

L’alta pressione domina la scena in Italia e su gran parte dell’Europa, con condizioni da pieno anticipo di primavera. Aria calda, richiamata dall’entroterra nord-africano, alimenta e rinvigorisce il campo anticiclonico. Il tepore diurno primaverile sale quindi prepotentemente alla ribalta, con valori ovunque superiori alla media.

 

La stabilità anticiclonica continuerà a farci compagnia ancora per diversi giorni, sempre con clima primaverile e prevalenza di tanto sole. Faranno eccezione le solite nebbie e nubi basse in alcune zone, fenomeno legato all’inversione termica e tipico del ristagno dell’aria umida generato dalla persistenza dell’anticiclone.

 

Nella parte centrale della settimana l’alta pressione raggiungerà la massima forza. I valori termici si attesteranno diffusamente sopra le medie, con ulteriori locali aumenti. Il caldo più anomalo riguarderà aree collinari e montuose, con lo zero termico in salita ben oltre i 3000 metri. Il meteo si manterrà molto stabile, anche con minore presenza di nubi basse, nebbie e foschie.

Evoluzione per la seconda parte della settimana, con l’anticiclone in cedimento dal Nord Europa

 

NEL WEEKEND PRIMO ATTACCO ALL’ANTICICLONE

Lo scenario sembra destinato a cambiare nel weekend, momento nel quale i massimi dell’anticiclone si sposteranno verso ovest, tra la Bretagna e le Isole Britanniche. Un fronte freddo, in discesa dalla Scandinavia, tenderà ad erodere l’anticiclone europeo lungo il bordo settentrionale ed orientale.

 

L’alta pressione diventerà più vulnerabile in sede mediterranea. Le correnti fredde scenderanno sul bordo orientale dell’anticiclone dirette verso i Balcani, andando a lambire anche l’Italia per quanto concerne i versanti adriatici con la coda di un impulso frontale. La conseguenza meteo principale sarà legata ad una moderata diminuzione termica per l’ingresso dell’aria più fredda dai Balcani.

 

Qualche azione di disturbo potrà manifestarsi anche dal Vicino Atlantico, con infiltrazioni umide ulteriormente agevolata dalla presenza di una lacuna barica tra Iberia meridionale e Marocco. L’anticiclone sembra comunque essere in grado di rintuzzare questi attacchi al suo dominio, restando ancora in piedi.

 

Per un cambiamento più apprezzabile, da confermare, bisognerà probabilmente attendere successivi impulsi perturbati dal Nord Europa. Non sarà quindi facile ritrovare un meteo dinamico e instabile, tipico d’inizio primavera. Tuttavia, non escludiamo la possibilità di un colpo di coda di freddo importante, entro metà marzo.

 

METEO MERCOLEDI’ 24 FEBBRAIO, TRA SOLE E QUALCHE DISTURBO INNOCUO

Un ulteriore rinforzo dell’anticiclone sarà garanzia di meteo stabile, con la depressione africana che verrà schiacciata verso sud. Il tempo sarà soleggiato su gran parte d’Italia e solo al mattino avremo foschie sparse e qualche nebbia in Val Padana, ma anche su alcuni tratti dei litorali adriatici e del basso versante tirrenico.

 

CLOU ANTICICLONE PRIMA DI ALCUNE INSIDIE

Il tempo della seconda parte della settimana sarà all’insegna del meteo ovunque stabile, in quanto l’anticiclone manterrà i propri massimi, ben solidi, a ridosso dell’Italia. Le schiarite saranno quindi prevalenti ed avremo minore presenza di nubi basse e nebbie, a causa di aria più secca e della forte radiazione solare.

 

Solo sulle valli appenniniche potrà aversi qualche nebbia locale più incisiva. Lievi cambiamenti si manifesteranno da sabato e poi domenica con nuvolosità in accentuazione dapprima sulle Alpi e poi lungo la fascia adriatica ed appenninica, per il sopraggiungere d’infiltrazioni d’aria più fresca ed umida. Non sono attesi fenomeni di rilievo.

 

TEPORE PRIMAVERILE, POI RINFRESCA NEL WEEKEND

Il clou di questa parentesi da piena primavera è atteso per metà settimana, mentre un lieve calo termico interverrà nei giorni a seguire, ma ancora con clima mite. Correnti più fresche raggiungeranno principalmente le regioni adriatiche e poi il Sud, con le temperature che si riporteranno verso la media.

 

ULTERIORI TENDENZE METEO

Nonostante qualche cenno di variabilità a partire dal weekend, al momento non sembra però che l’anticiclone possa venire facilmente spodestato. Eventuali cambiamenti degni di nota non avverranno prima di una decina di giorni. Per il momento le grandi perturbazioni e le irruzioni fredde resteranno ancora a distanza.

 

METEO CITTÀ Ancona - Aosta - Bari - Bologna - Cagliari - Campobasso - Catanzaro - Firenze - Genova - L'Aquila - Milano - Napoli - Palermo - Perugia - Potenza - Roma - Torino - Trento - Trieste - Venezia

TUTTE LE ALTRE LOCALITÀ ED I BOLLETTINI METEO
Previsioni meteo ITALIA ed tutto il Mondo

    
Exit mobile version