Meteo Italia, emergenza Inverno 2023 in un Paese sempre più tropicale

meteo tropicale 6523 Personalizzato - Meteo Italia, emergenza Inverno 2023 in un Paese sempre più tropicale

meteo tropicale 6523 - Meteo Italia, emergenza Inverno 2023 in un Paese sempre più tropicale

Meteo avverso, Italia sotto un ciclone e ne arriva un altro, così scrivono i giornali, e non solo. Raccontano di paesi senza energia elettrica, strade bloccate. L’inverno normale in Italia nel 2023 produce uno shock, ma perché siamo così disabituati al normale andamento delle stagioni che un forte temporale fa un’emergenza, una nevicata una tragedia.

Advertising
Advertising

 

Noi ben sappiamo che il meteo avverso, in alcune aree è causa di disagi e danni, ma la gravità di questo maltempo, proprio io non la vedo. Per altro, anche la Protezione Civile aveva diramato avvisi al massimo moderati, e non di alto livello.

 

Suvvia, con il tempo atmosferico è necessario avere un po’ di pazienza, se piove si prende l’ombrello, se fa freddo si tirano fuori gli abiti pesanti, se va via la corrente elettrica, però forse sarebbe il caso di reclamare che ci sono problemi irrisolti da parte di chi offre un servizio.

 

Ottobre, novembre e dicembre, ma anche una prima parte di gennaio, hanno avuto temperature sopra la norma del periodo, rare piogge e distribuite in brevi episodi, anche intense al Centro e Sud, ma ciò è avvenuto in poche località.

 

Abbiamo vissuto su parte d’Italia, per tutti i mesi autunnali e di una parte dell’inizio inverno temperature che erano non troppo dissimili da quelle delle Canarie.

Tanti sono stati in spiaggia a novembre inoltrato, e i più temerari hanno anche fatto il bagno in mare. C’era tanta vitamina D da mettere in crisi le case farmaceutiche.

 

Però, l’Italia è estesa in latitudine, e ha i suoi microclimi, i 20 gradi che si registravano al Sud, volendo non c’erano nemmeno in casa con i termosifoni accesi al Nord, dove soprattutto la prima quindicina di dicembre ha avuto basse temperature, invernali, mica da ondata di gelo.

 

Però, nemmeno in questi giorni siamo in un’ondata di gelo, anche se alcune località hanno visto la neve al suolo dopo una decina di anni, ma perché c’è il cambiamento climatico.

 

Leggevo dei post dalla Sardegna dove dei giovani si meravigliavano di una gelata avvenuta nel sud della regione, in una località costiera, cosa che non succedeva da tantissimi anni, direi forse anche una decina.

 

Negli ultimi dieci anni abbiamo vissuto un disastro climatico. E su ciò vi sarebbe molto da scrivere, ma la sintesi è che fa caldo, che abbiamo avuto gli anni più caldi da vari secoli.

 

Tanto il clima è bizzarro che ad oggi non è venuta la neve nelle pianure del Nord Italia, se non radi episodi locali. E d’inverno, ben diffusa la si dovrebbe vedere cadere almeno cinque, sei giorni se non più.

 

Il Bel Paese vive solo sfuriata invernale perché questo è l’inverno, non è l’avvento di un’Era Glaciale.

 

In Italia il clima si sta tropicalizzando, lo scrivono eminenti scienziati, vari Centri Meteo che svolgono studi sul clima del Mediterraneo per individuare le vere emergenze del futuro. Ci siamo così disabituati all’inverno che è sufficiente un barlume di normalità perché diventi emergenza. Ma ciò non avviene solo da noi, beh, è soprattutto l’Europa a patire questa lunga serie di inverni più miti rispetto alla norma. E c’è da chiedersi se tutto ciò è solo frutto del riscaldamento globale o anche di una fluttuazione del clima, e ciò vuol dire che una vera sfuriata di gelo nel futuro, ma non sappiamo quando, potrebbe realmente portare un gran meteo avverso.


Exit mobile version