Febbraio, proiezioni meteo da paura. Gelido burian, bufere

Non sottovalutiamo la grandi novità


febbraio paura meteogiornale 220123 - Febbraio, proiezioni meteo da paura. Gelido burian, bufereEsagerazione? Forse sì, forse no. Badate bene, quando scriviamo certe cose è perché le proiezioni meteo climatiche lasciano intravedere dinamiche estremamente interessanti. Anzi, le si potrebbe definire esplosive.

 

Advertising
Advertising

Come ben saprete stiamo focalizzando l’obbiettivo sul Vortice Polare e continueremo a monitorarne lo stato di salute nelle prossime settimane. Sì, perché se è vero che fino a qualche giorno fa era lecito parlare di “stratcooling” e quant’altro, ora è lecito iniziare a parlare di altre dinamiche.

 

Dinamiche diametralmente opposte, dinamiche che qualora dovessero verificarsi potrebbero spalancare le porte a un febbraio dal meteo invernale d’altri tempi.

 

Pensate: cosa potrebbe accadere se il Vortice Polare dovesse frantumarsi? Forse nulla, forse tutto. Dipenderà chiaramente dall’asse dell’eventuale split, ma certo le dinamiche invernale europee registrerebbero un’accelerazione clamorosa. E potrebbero avere ripercussioni importanti sino in Italia.

 

Parliamo di gelo, parliamo di super neve, parliamo di elementi atmosferici che potrebbero farci ricordare annate storiche. Ma forse basterebbe anche meno, basterebbe un forte indebolimento del Vortice Polare per arrivare comunque a dei risultati incredibili. Perché sì, ci sono davvero molte probabilità che l’Inverno possa imprimere il proprio marchio. A fuoco.

 

Comunque vada possiamo dirvi che le proiezioni modellistiche stagionali, quelle fosche che prevedevano un Inverno simile ai due precedenti, hanno cannato. Hanno cannato perché le variabili impazzite dell’atmosfera sono imprevedibili. Per fortuna, verrebbe da dire, altrimenti sarebbe tutto troppo facile e invece no, il lavoro del previsore e più in generale del meteorologo dev’essere quello di riuscire a intrepretare queste complesse dinamiche.


Exit mobile version