Italia è il cuore del gelo in Europa, grandi anomalie. Ribaltone in vista

La primavera è partita solo sulla carta. Meteo da pieno inverno ancora sino a parte della nuova settimana


Sembra incredibile da dire, ma in Italia e più in generale sul Mediterraneo Centrale si stanno registrando le anomalie termiche più forti, in merito all’ondata di grande freddo che sta coinvolgendo gran parte d’Europa. L’offensiva invernale sta raggiungendo la sua fase apicale.

Le anomalie termiche a 1500 metri, riferite alla situazione, descrivono la situazione fortemente anomala sull’Italia e sul Mediterraneo

In questo frangente l’anticiclone atlantico, sempre sbilanciato verso nord, ha piegato il proprio asse verso l’Europa Centrale e il Baltico. Sul corridoio meridionale e orientale dell’anticiclone scorre l’aria molto fredda proveniente dalla Russia, che poi irrompe in grande stile fin verso il Mediterraneo.

Advertising
Advertising

 

Mai come quest’anno si può parlare di falsa partenza della primavera. La nuova stagione è iniziata per il calendario astronomico, ma solo sulla carta, con l’equinozio del 20 marzo. Le temperature sono ampiamente sotto la media e sarebbero rigide anche nel pieno dell’inverno.

 

Questo contesto rigido appare destinato a perdurare ancora per qualche giorno e dominerà ad inizio settimana soprattutto al Centro-Sud. Le correnti fredde nord-orientali continueranno a spirare su gran parte della Penisola, con ancora instabilità su parte dei versanti adriatici e sulle regioni meridionali.

Nuova settimana dal freddo all’anticiclone

Brinate localmente intense caratterizzeranno il meteo dei primi giorni della settimana, con temperature minime sottozero fino in pianura non solo in Val Padana, ma anche in alcune aree interne del Centro-Sud. L’anomalo tardivo inverno sarà duro a morire.

 

Nella seconda parte della settimana la Primavera proverà a riappropriarsi dell’Italia e a riportare condizioni più consone al periodo. Il tentativo probabilmente andrà in porto, con l’espansione da ovest del promontorio anticiclonico che si insedierà sul Mediterraneo Centro-Occidentale e su parte dell’Europa.

 

Questa fase anticiclonica scalzerà il freddo e lo dirotterà sull’Europa Orientale. In Italia torneranno così ad affermarsi condizioni di meteo stabile, ma la nota più saliente sarà rappresentata dalla rapida risalita termica, con valori che torneranno nella norma stagionale, se non anche superiori entro il weekend.


Exit mobile version