Meteo Giornale » Archivio » Climatologia Italia »

Sedici anni di nevicate a Milano

immagine articolo 8045 La neve del 26/27 gennaio 2006, la più intensa degli ultimi 20 anni nel capoluogo lombardo. Foto di Nico Cavallotto. In questo articolo presento uno studio personale sugli eventi nevosi a Milano nel periodo compreso tra il semestre freddo 1990/91 e quello 2005/2006. Per semestre freddo si intende il periodo novembre-aprile di cui presentiamo i dati mese per mese ed anno per anno.

A chi volesse leggere i dati dell'Osservatorio Meteorologico di Milano Duomo (l'OMD, ex Brera), rimandiamo a quest'altro articolo www.meteogiornale.it/news/read.php?id=12927.

Nelle righe seguenti analizzeremo mese per mese e stagione per stagione le nevicate occorse, indicando il giorno della nevicata e a fianco, tra parentesi, i centimetri di neve approssimativamente caduti.

Il sito di rilevamento si trova nella zona ovest della città di Milano (tranne che per la prima stagione).

Per ogni stagione (o semestre freddo, cioè da Novembre dell'anno "n" ad Aprile dell'anno "n+1") si segnala alla fine anche il numero totale di giorni con nevicate e l'accumulo complessivo totale approssimativo. Tutto ciò, come già precedentemente indicato, a partire dalla stagione 1990-91 e fino a quella del 2005-06.

Cerchiamo di spiegare i numeri della prima stagione 1990-91, per le altre la ometteremo ma si proceda per analogia alla prima.

Novembre 1990 non mostra segnalazioni né di nevicate né di accumuli. Dicembre segnala tre nevicate: il giorno 8 con accumulo 0 cm di neve (cioè senza accumulo), il 9 con 10 cm di neve e il 26 di dicembre con 1 cm. E così via...
Il totale complessivo per la stagione 1990-91 è di 10 giorni con nevicate e di circa 31 cm di accumulo di neve. E così via...

1990-91
Novembre
Dicembre 8 ( 0 ), 9 ( 10 ), 26 ( 1 )
Gennaio
Febbraio 5, 6, 7, 9, 10 ( tot 20 )
Marzo
Aprile 17 ( 0 ), 18 ( 0 )
Tot 10 gg 31 cm

1991-92
Novembre
Dicembre 9 ( 0 )
Gennaio 20 ( 0 ), 22 ( 1 ), 23 ( 5 )
Febbraio
Marzo
Aprile
Tot 4 gg 6 cm

1992-93
Novembre
Dicembre 7 ( 0 )
Gennaio 2 ( 0 )
Febbraio
Marzo
Aprile
Tot 2 gg 0 cm

1993-94
Novembre 21 ( 0 )
Dicembre 24 ( 0 ), 31 ( 3 )
Gennaio 1 ( 3 )
Febbraio 13 ( 0 ), 15 ( 0 )
Marzo
Aprile
Tot 6 gg 6 cm

1994-95
Novembre
Dicembre
Gennaio 19 ( 5 )
Febbraio
Marzo 8 ( 1 - 2 )
Aprile
Tot 2 gg 6 cm

1995-96
Novembre
Dicembre 13 ( 0-2 ), 14 ( 0 ), 30- 31 ( tot 15 )
Gennaio 5 - 6 ( tot 2 ), 22 ( 0 ), 23 ( 0 )
Febbraio 1 ( 0 ), 2 ( 5 ), 12 (2-5)
Marzo
Aprile
Tot 11 gg 26 cm

1996-97
Novembre 25 ( 0 ), 30 ( 0 )
Dicembre 30 ( 5 ), 31 ( 10 ) (dal 31/12 al 02/01 sono 37 cm secondo l'OMD )
Gennaio 1 ( 5 ), 2 ( 1 ), 19 ( 0 )
Febbraio
Marzo
Aprile
Tot 7 gg 21 cm

1997-98
Novembre
Dicembre 17 ( 2 )
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Tot 1 g 2 cm

1998-99
Novembre
Dicembre
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Tot 0 gg 0 cm

1999-2000
Novembre 21 ( 0 )
Dicembre
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Tot 1 g 0 cm

2000-01
Novembre
Dicembre 24 - 25 ( 10 - 20 )
Gennaio 2 ( 5 ), 17 ( 3- 4 )
Febbraio 27 ( 0 ), 28 ( 5 )
Marzo 2 ( 1 - 2 )
Aprile
Tot 7 gg 30 cm

2001-02
Novembre
Dicembre 13 ( 3 - 4 )
Gennaio
Febbraio 15 ( 0 ), 16 ( 0,5 )
Marzo
Aprile
Tot 3 gg 4 cm

2002-03
Novembre
Dicembre 12 ( 0 )
Gennaio 5 ( 0 ), 8 ( 0 )
Febbraio 4 ( 0 )
Marzo
Aprile
Tot 4 gg 0 cm

2003-04
Novembre
Dicembre 10 ( 0 )
Gennaio 26 ( 0,5 ), 27 ( 0 ), 31 ( 0 )
Febbraio 19 ( 1 ), 20 ( 1 ), 21 ( 2 ), 27 ( 0 )
Marzo 10 ( 0 ), 11 ( 1 )
Aprile
Tot 10 gg 5,5 cm

2004-05
Novembre
Dicembre 25 ( 0 )
Gennaio 18 ( 5 )
Febbraio 6 ( 0 ), 20 ( inf. 1 ), 21 ( inf. 1 ), 22 ( inf. 1 ), 25 ( 0 ), 28 ( 5 )
Marzo 3 ( 10 ) (17 cm secondo l'OMD)
Aprile
Tot 9 gg 23 cm

2005-06
Novembre 25 ( 0 ), 26 ( 1 - 2 ), 29 ( 0 - ? )
Dicembre 2 ( 1 ), 3 ( 10 ), 8 ( 0 ), 27 ( 0 ), 28 ( 5 ), 31 ( 2 )
Gennaio 26 ( 10 ) (16 secondo l'OMD), 27 ( 10 ) (20 secondo l'OMD)
Febbraio
Marzo
Aprile
Tot 11 gg 40 cm

Se invece creiamo la tabella dell'andamento mensile dei giorni di neve sopra indicate, avremo:

StagioneNov.Dic.Gen.Feb.Mar.Apr.Anno
90-9103050210
91-920130004
92-930110002
93-941212006
94-950010102
95-9604430011
96-972230007
97-980100001
98-990000000
99-001000001
00-010222107
01-020102003
02-030121004
03-0401342010
04-050116109
05-0636200011
Med. Per.0,431,621,431,560,310,125,50

La media è riferita soltanto al periodo indicato. Essa riguarda quindi solo 16 anni o 16 stagioni invernali. Quindi, a livello climatico, potrebbe non bastare per dare una indicazione certa. Ma, in ogni caso, si nota la diminuzione dei giorni con nevicate degli ultimi anni rispetto ai dati medi di oltre 2 secoli dell'OMD.

Invece per l'accumulo approssimativo di neve al suolo in cm avremo questa tabella:

StagioneNov.Dic.Gen.Feb.Mar.Apr.Anno
90-910110200031
91-920060006
92-930000000
93-940330006
94-9500501,506,5
95-96017280027
96-97015600021
97-980200002
98-990000000
99-000000000
00-01015952031
01-0203,500,5004
02-030000000
03-04000,54105,5
04-05005< 810023
05-062+18+2000040
Med. Per.0,125,283,532,840,900,0012,68

Anche in questo caso, la media è da ritenere solo come una indicazione e non come valore climatico dato l'esiguo periodo di riferimento (e anche per l'approssimazione data degli accumuli, sia per la presenza dei palazzi che per l'assestamento della neve). In ogni caso, si nota quanta poca neve è caduta rispetto ai dati medi dell'intero secolo precedente a questo periodo. Si nota anche la piccola ripresa in atto negli ultimissimi anni, ma è ancora presto per stabilire se c'è un reale cambiamento della tendenza.

Da notare che gli accumuli annuali riferiti ai dati dell'OMD già esposti nell'altro articolo sono praticamente simili a questi (cioè le medie dei periodi di riferimento 1991-2000 e 2001-2005), malgrado il fatto che durante le forti nevicate vi siano state alcune grosse differenze (le ho annotate sopra di proposito).

Alla fine di questa veloce analisi dei rilevamenti fatti a livello personale, si può concludere che la città di Milano sta passando un periodo poco nevoso rispetto ai dati medi di lunga durata riscontrabili nei vari libri classici che trattano l'argomento (OMD, Servizio Idrografico, ecc...). Ciò può dipendere dall'effetto dell'isola di calore, cioè il microclima urbano, visto che la città con la periferia continua a crescere ancora. Invece a livello climatico generale, può influire la diminuzione delle perturbazioni invernali che attraversano la Pianura Padana. In questo modo, oltre alla crescita delle temperature invernali, è determinante la diminuzione delle precipitazioni nella stagione fredda, senza le quali, ovviamente, non vi può essere possibilità di neve.

Pubblicato da Andre Eid

Inizio Pagina