Meteo Giornale » Archivio » Focus Modelli »

Mappe PIOGGIA, novità nella terza ondata di MALTEMPO

Sono passati 12 giorni di settembre e già abbiamo avuto due ondate di maltempo. L'ultima, quella del fine settimana, è stata la più pesante perché come saprete in alcune regioni si sono battuti veri e propri nubifragi.

Guardando i modelli matematici di previsione abbiamo la conferma che la terza ondata di maltempo arriverà molto presto. Dopo alcuni giorni di pausa, durante i quali registreremo anche un consistente rialzo delle temperature soprattutto al centro-sud, un ampio vortice di bassa pressione collocato nel cuore del Vecchio continente si estenderà progressivamente verso il nostro paese.

L'affondo perturbato seguirà la direttrice sud-ovest nord-est, a quanto pare potrebbe focalizzarsi maggiormente al centro-nord dando luogo a precipitazioni di nuovo abbondanti ove per abbondanti intendiamo anche temporali e nubifragi. Lunedì vi proponemmo la mappa delle piogge a sette giorni, oggi vogliamo riproporvela perché rispetto alle precedenti 24 ore abbiamo alcune interessanti variazioni. Lo noterete anche voi, basta un rapido sguardo, le piogge potrebbero concentrarsi soprattutto nelle regioni centrosettentrionali. Almeno in una prima fase.

immagine 1 articolo 48290

Si dovrà prestare particolare attenzione al nord-est, al Levante ligure, all'alta Toscana e ad alcune zone del centro Italia, dove i quantitativi attesi potrebbero superare i 50 mm. Memori dell'esperienza recentissima, non escludiamo che eventuali temporali possano scaricare al suolo quantità d'acqua ben superiori rispetto a quelle che ci fa vedere il modello. Altro elemento interessante è il minor coinvolgimento del sud Italia, qui l'eventuale instabilità potrebbe subentrare in un secondo momento ovvero quando l'anticiclone nordafricano verrebbe scalzato dall'affondo perturbato.

Per concludere possiamo dirvi che anche la terza ondata di maltempo potrebbe risultare pesante e cammino facendo potrebbero subentrare delle modifiche che andremo a valutare eventualmente in corso d'opera. Il Mediterraneo è ancora molto caldo e le variazioni, o le sorprese, potrebbero essere sempre dietro l'angolo.

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina