Meteo Giornale » Archivio » Previsioni Meteo Lungo Termine »

METEO: 14-20 Settembre gran mix per acuto maltempo d'Autunno

immagine 1 articolo 48201 Mappa rappresentativa di una fase di autunnale acuto che potrebbe realizzarsi nel periodo di previsione.

immagine 2 articolo 48201 Mappa rappresentativa di una fase di autunnale acuto che potrebbe realizzarsi nel periodo di previsione.

EVOLUZIONE METEO E CLIMATICA 14 - 20 SETTEMBRE
Inizialmente ci aspettiamo condizioni di bel tempo coadiuvate da un campo di alta pressione. Tuttavia a Nord delle Alpi, tra l'Europa centrale e settentrionale, insisterà un ampio vortice di bassa pressione che andrà a determinare condizioni meteo climatiche autunnali su un'ampia fetta del Vecchio continente.

Vortice che nel periodo 17-20 settembre potrebbe estendersi parzialmente verso il Mediterraneo centro-occidentale, innescando in tal modo un nuovo peggioramento a partire dalle regioni di nordovest. Peggioramento che gradualmente, sostenuto da correnti sudoccidentali, potrebbe raggiungere le tirreniche e in seguito propagarsi al resto d'Italia.

IN ATTESA DI UN'ALTRA PERTURBAZIONE
Nel fine settimana 8-10 settembre transiterà la seconda perturbazione autunnale. Secondo i modelli matematici di previsione stavolta potrebbe essere più incisiva, con sviluppo di un vortice di bassa pressione sui mari italiani. Ciò provocherebbe condizioni di maltempo abbastanza diffuso, con possibilità di piogge localmente abbondanti anche a carattere di rovescio o temporale. Non escludiamo, visto il periodo, qualche violento nubifragio.

NEL PERIODO DI PREVISIONE
Trascorso il fine settimana del 10 settembre, le condizioni meteo dovrebbero registrare un progressivo miglioramento. Probabile il ritorno di un campo di alta pressione che andrebbe a coinvolgere in maggior misura le regioni del sud Italia, mentre altrove pur in un contesto di prevalente stabilità non mancherà occasione per qualche temporale specie su rilievi e zone interne limitrofe.

Dopo il 15 settembre ecco che le correnti atlantiche potrebbero ripresentarsi nuovamente a partire da ovest, innescando il ritorno di piogge più organizzate e consistenti nelle regioni del Nord Italia. In seguito, attorno al 18 settembre, il maltempo potrebbe essere in grado di raggiungere anche il centro-sud e le due isole maggiori, o comunque si potrebbe assistere a un aumento dell'instabilità con conseguente medio alta probabilità di temporali. Le temperature, dopo un temporaneo aumento pur senza particolari eccessi termici, potrebbero risentire di una lieve diminuzione specie nelle aree maggiormente coinvolte da nubi e precipitazioni.

INCERTEZZE PREVISIONALI
Quel che emerge nell'ultimo periodo è la necessità di limitare i dettagli previsionali al breve periodo. Procedendo oltre una settimana, il trend evolutivo è passibile di importanti modifiche e lo si vede chiaramente nei modelli matematici di previsione. Attualmente le ipotesi concernenti gli scenari dopo metà settembre sarebbero due: da un lato nuove perturbazioni atlantiche e quindi altre ondate di maltempo, dall'altro lato una discreta variabilità ma con ritorno di un campo di alta pressione al sud Italia. Secondo il nostro parere la soluzione potrebbe stare nel mezzo, ovvero perturbazioni in grado di dar luogo a precipitazioni più incisive sul Nord Italia, mentre al centro-sud prevarrebbe della variabilità alternata a sprazzi di tempo tardo estivo.

NOVITA' SUL TREND STAGIONALE
Se è vero che le proiezioni stagionali americane indicavano un mese di settembre all'insegna del caldo anomalo e della siccità persistente, alcuni pattern climatici che abbiamo analizzato suggeriscono un andamento diverso. Andamento che potrebbe essere orientato al consolidamento di un profondo vortice di bassa pressione sul Nord Atlantico, vortice in grado di condizionare il tempo tanto sull'Europa centro-occidentale quanto sul Mediterraneo. Se così fosse si procederebbe sui binari della normalità stagionale.

CONCLUSIONI
Le previsioni meteo, specie se orientate sul lungo termine, devono essere considerate necessariamente come linee di tendenza. Questo è un aspetto imprescindibile quando si va a a leggere un'analisi di questo tipo, soprattutto in periodi come l'attuale durante i quali la transizione tra una stagione e l'altra implica di per sé ostacoli analitici rilevanti. Volendo tirare le somme possiamo comunque dirvi che il trend sembra orientato verso la normalità e quindi non sembrano esserci presupposti per ondate di caldo tali da riproporci anomalie termiche di eccezionale portata.

LINK rapido alle PREVISIONI METEO dei capoluoghi di regione, oppure CERCA la tua località nel campo form in alto alla pagina:

Meteo ANCONA
Meteo AOSTA
Meteo BARI
Meteo BOLOGNA
Meteo CAGLIARI
Meteo CAMPOBASSO
Meteo CATANZARO
Meteo FIRENZE
Meteo GENOVA
Meteo L'AQUILA
Meteo MILANO
Meteo NAPOLI
Meteo PALERMO
Meteo PERUGIA
Meteo POTENZA
Meteo ROMA
Meteo TORINO
Meteo TRENTO
Meteo TRIESTE
Meteo VENEZIA

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina