Meteo Giornale » Archivio » Editoriali Modelli »

News meteo: 6° onda caldo seguita da burrasca dopo Ferragosto

Trend meteo 10 giorni
Vediamo, come sempre, di delineare l'evoluzione meteo dei prossimi dieci giorni.

14-18 agosto: rimonta anticiclonica. Aumento termico diffuso. Sesta onda di calore.
Dopo la rinfrescata di questi giorni, da sud-ovest tornerà ad avanzare il promontorio subtropicale. Stando alle ultime elaborazioni modellistiche, non si dovrebbero raggiungere gli eccessi dell'ultima onda di calore. Però, soprattutto al Centro-Sud, si toccheranno i fatidici +20°C a 850 hPa (temperatura in quota di riferimento per esperti), ovvero massime sopra i +35°C al suolo.
Il Settentrione sarà meno esposto questa volta al soffio infuocato africano.

19-21 agosto: saccatura nord-atlantica. Burrasca post-ferragostana.
Tutti i modelli matematico-previsionali sono concordi nel prevedere per il periodo suddetto, a partire dal 18/19 agosto, l'irruzione di una profonda e vasta saccatura nord-atlantica sull'Italia. Potrebbe trattarsi di un evento importante, con temporali e calo termico diffusi. Attendiamo ancora qualche giorno per delineare i particolari.

immagine 1 articolo 48047

L'approfondimento
Arriva la burrasca post-ferragostana
Stando alle elaborazioni modellistiche, come possiamo ben vedere nella mappa riportata, verso la fine della seconda decade una nuova e più profonda depressione nord-atlantica potrebbe colpire il nostro paese: nel caso si tratterebbe dalla classica burrasca post-ferragostana, che non pone fine all'estate, ma traccia una linea di confine molto netta: dopo la burrasca la stagione estiva presenta caratteristiche più dolci, con una evoluzione meteo più dinamica.

Conclusione
Come abbiamo già spiegato in un precedente editoriale,
l'Estate sembra prendere una strada più dinamica e vivibile. Sebbene non mancheranno ancora invasioni calde subtropicali, il fronte perturbato atlantico si farà più invasivo e in grado di spezzare il dominio assoluto del promontorio africano.

Pubblicato da Aldo Meschiari - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina