Meteo Giornale » Archivio » Editoriali Modelli »

25 luglio: meteo estremizzato avvia uno STOP d'Estate. Perturbazione dall'Atlantico

Trend meteo 10 giorni
Anche stamattina abbiamo una sostanziale conferma dell'evoluzione barica prevista nei prossimi 10 giorni circa. Come avevamo più volte scritto nei giorni scorsi, stiamo entrando in una nuova ondata di caldo africano, la cui durata sembra limitata a non più di 7 giorni, ovvero dal 18 luglio al 24 luglio.

Già dal 24 luglio si avvicinerà al Nord-Italia una profonda saccatura nord-atlantica che, sfruttando l'elevazione verso nord dell'anticiclone delle Azzorre, riuscirà a fare irruzione sull'Europa centro-meridionale, compreso il nostro Paese. Tra il 25 e il 27 luglio le temperature crolleranno in tutta Italia, in modo progressivo, riportandosi sotto o prossime alla media del periodo.

immagine 1 articolo 47816

Approfondimento
Quali le probabilità del BREAK del 25 luglio?
Sebbene si sia ancora a diversi giorni di distanza, giorno dopo giorno i principali Centri di Calcolo internazionali, compresi il prestigioso NOAA americano e il Centro Meteo europeo, vanno confermando questo trend meteo: siamo quindi usciti dal lungo termine e stiamo entrando nel medio termine, a circa 6/7 giorni dall'evento. Ciò ci fa pensare che la probabilità sia passata a un 50/60% circa.

La dinamica è presto spiegata: il profondo vortice britannico, che scatenerà il richiamo di aria molto calda africana sull'Italia nei prossimi giorni, verrà spinto verso sud-est dalla risalita verso nord dell'anticiclone delle Azzorre, come ben possiamo vedere nella prima mappa. La spinta dell'Azzorriano causerebbe l'irruzione di aria fresca sull'Italia a partire da Nord, con le piogge che vediamo nella seconda mappa.

immagine 2 articolo 47816

Conclusione
In definitiva ci troviamo ancora una volta a discutere di fasi meteo estreme.
Infatti ci attende una settimana di nuova passione africana, con picchi termici tra i +35°C e i 38°C, ma anche oltre i 40°C in alcune aree del Sud Italia, seguita, quindi, da una forte irruzione fresca nord-atlantica che con tutta probabilità provocherà fenomeni temporaleschi violenti associati a isolati nubifragi, forti venti ed anche grandinate.

Pubblicato da Aldo Meschiari - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina