Meteo Giornale » Archivio » Focus Modelli »

Il Centro Meteo europeo prospetta una potenziale rottura estiva a fine mese

In questo articolo vorrei analizzare la possibilità, diffusa ormai da più giorni e contemplata dai modelli matematico previsionali, che tra il 24 e il 26 luglio l'estate possa subire un forte Break, ovvero uno stop temporalesco e fresco.
Per fare ciò mi avvarrò delle elaborazioni matematiche del Centro Meteo europeo, che fornisce il modello che io reputo più perforante, ovvero ECMWF.

immagine 1 articolo 47808 Illustrazione che abbiamo semplificato, derivante dall'ultima proiezione del modello matematico europeo ECMWF.

Osservando con attenzione la mappa qui riportata, noteremo come l'anticiclone delle Azzorre salga verso nord, in direzione dell'Islanda, spingendo in tal modo il vortice ciclonico britannico verso sud-est, in direzione dell'Europa centro-meridionale.
Il vortice freddo in quota, goccia fredda in quota con ripercussioni al suolo, potrebbe quindi riuscire a fare irruzione nel Bacino del Mediterraneo centrale, causando un forte Break della stagione estiva. Una sorta di Rottura dell'Estate, ma come abbiamo già detto, l'Estate non finisce mai a Luglio, neppure in annate dal clima terribile, quantomeno in epoche moderne.

Per Break intendiamo, pertanto una temporanea rottura della bella stagione, in questo caso dovremmo dire del maltempo caldo, associata a temporali, calo termico e purtroppo possibili fenomeni estremi.
Infatti la nuova onda di calore, 19-24 luglio, determinerà un fortissimo riscaldamento della bassa troposfera e della superficie marina che nello scontro con venti più freschi e a curvatura ciclonica potrebbe dare vita a fenomeni molto violenti, come trombe d'aria, raffiche di vento fortissime, nubifragi e grandinate.

Sottolineiamo che i fenomeni meteo estremi avvengono a carattere isolato. Per intenderci, non vi stiamo dicendo che verrà il finimondo, e che dovrete disdire la vostra vacanza, bensì che tutto questo grand caldo che genera anomalie climatiche, provoca altre anomalie, che però dovrebbero avere breve durata. Insomma, l'Estate non finisce mai a Luglio.

Questa è un'ipotesi previsionale sulla base di proiezioni dei modelli matematici a circa sette giorni da oggi, e quindi prossimi al meteo al lungo termine: tale ipotesi non è una previsione, ma solo una linea tendenziale meteo climatica.

Perché allora ne parliamo? Perché da più giorni i modelli matematici stanno sposando questa possibile evoluzione barica e in particolare quello che definisco io, e tanti altri, il principe dei modelli matematico previsionali, ovvero quello europeo che si chiama ECMWF.

Ci aggiorneremo nei prossimi giorni per definire l'entità della variabilità che si potrebbe manifestare.

Pubblicato da Aldo Meschiari - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina