Meteo Giornale » Archivio » Editoriali Modelli »

Ponte del 25 Aprile salvo. Poi attacco perturbato nord-atlantico?

Analisi barica: trend meteo
L'analisi dettagliata dei modelli previsionali mattutini indica questa evoluzione in tre step.
1. Fase fredda artica: 18-22 aprile. Intenso crollo termico, con temporali anche violenti e neve a quote intorno ai 1.000 metri sugli Appennini.
2. Fase mite anticiclonica: 23-26 aprile. Alta pressione atlantica avanza da ovest a proteggere l'Italia. Temperature miti.
3. Irruzione perturbata nord-atlantica. 27-30 aprile. Intensa irruzione ciclonica dalla Scandinavia, da confermare!

immagine 1 articolo 46970

Il ponte del 25 aprile salvo
Sembra che il nuovo ponte festivo, quello del 25 aprile, possa passare indenne, con temperature miti e prevalenza di sole. I modelli previsionali, infatti, vedono l'avanzata verso ovest dell'alta pressione subtropicale oceanica, in grado di allungarsi sino all'Italia, come possiamo vedere nella GFS MTG a 500 hPa.

immagine 2 articolo 46970

Forti piogge a fine mese?
Stando ai due principali modelli previsionali, a partire dal 27 aprile un nuovo potente blocco anticiclonico nord-atlantico potrebbe lasciare fluire verso sud un vortice profondo e freddo. Come possiamo vedere nella ECMWF MTG, la saccatura fredda riuscirebbe a penetrare nel Mediterraneo centrale, ma per ora si tratta solo di una tendenza a lungo termine.

Conclusione
È evidente che la vera anomalia non sarà di certo l'irruzione artica, fenomeno non così raro in aprile, ma piuttosto la persistente latitanza delle perturbazioni atlantiche, le uniche in grado di porre rimedio alla perdurante siccità.

Pubblicato da Aldo Meschiari - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina