Questo sito contribuisce all'audience di Il Post

 
 

Meteo Giornale » Archivio » Editoriali Modelli »

Primavera boom! Ma ad aprile torneranno le piogge

Notevole riscaldata africana
L'analisi degli spaghi di Roma (GENS) non lascia molti dubbi.
Sta per iniziare una fase molto mite, in molti casi potremmo dire calda, favorita dall'invasione del promontorio subtropicale sull'Italia, innescato ad ovest dalla solita lacuna barica iberica. Le temperature alla quota di 850 hPa (1500 metri circa) arriveranno a toccare i +15°C in diverse regioni, valore tipicamente estivo. Ciò significa che potremo registrare nei prossimi giorni massime superiori ai +20°C al Nord, ai +25°C al Centro-Sud, sino a picchi prossimi ai +30°C.

immagine 1 articolo 43075

Aprile, i primi disturbi
Una goccia fredda mediterranea, staccatasi dalla saccatura iberica, riuscirà a irrompere sull'Italia già il 2-3 aprile, provocando i primi disturbi alla struttura anticiclonica. Non sono esclusi forti temporali, viste le alte temperature e quindi la notevole energia in gioco. Nonostante ciò, le temperature rimarranno superiori alle medie.

immagine 2 articolo 43075

Saccatura nord-atlantica, 3-5 aprile
Un peggioramento più consistente potrebbe concretizzarsi tra il 3 e il 5 aprile, quando una saccatura nord-atlantica potrebbe riuscire a fare irruzione sull'Italia settentrionale, come possiamo vedere nella ECMWF a 500 hPa. Tale ipotesi è contemplata soprattutto dal modello europeo. Nei prossimi aggiornamenti valuteremo l'attendibilità di tale tendenza predittiva.

Pubblicato da Aldo Meschiari - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina