Questo sito contribuisce all'audience di Il Post

 
 

Meteo Giornale » Archivio » Previsioni Meteo Italia »

Meteo invernale non lascia l'Italia. Altra neve, temporali, poi un po' di primavera

Il nucleo freddo piombato sul Nord Italia sta determinando meteo fortemente invernale sul Nordovest e tende a rinvigorire l'instabilità nelle rimanenti regioni. Instabilità che a tratti colpirà duro, sfociando in temporali particolarmente intensi con anche delle grandinate e qualche nubifragio.

Verso il fine settimana le precipitazioni tenderanno a concentrarsi verso sud, mentre altrove s'intravederanno le prime convincenti schiarite. Si procederà in direzione di un corposo miglioramento ma che tuttavia potrebbe rivelarsi di breve durata.

MERCOLEDI' 16 MARZO
Si profila una brutta giornata d'inverno. Le precipitazioni riprenderanno forza su tutto il Centro Sud e nelle due Isole Maggiori: pioverà con rovesci e qualche temporale, mentre sui monti nevicherà mediamente al di sopra dei 1200-1400 metri. Ci aspettiamo sconfinamenti a quote inferiori su nord Appennino, specie sui rilievi emiliani dove la neve potrebbe spingersi facilmente in collina. Nevicherà copiosamente al piano sul basso Piemonte, neve abbondante su tutte le Alpi occidentali e in Valle d'Aosta. Maltempo anche in Liguria, mentre nelle altre regioni del Nord tempo variabile con tendenza a piogge sparse in Triveneto.

immagine 1 articolo 42932

GIOVEDI' 17 MARZO
Le sole regioni che potranno godere di un sensibile miglioramento saranno quelle del Nordest. Qui si affermeranno ampie schiarite e le temperature aumenteranno. Brutto in Emilia Romagna, specie a ridosso della dorsale appenninica, brutto anche su ovest Alpi e su gran parte del Piemonte ma con tendenza ad attenuazione dei fenomeni su tutto il Nordovest.

Le regioni centro settentrionali dovranno sopportare forte instabilità, avremo infatti piogge molto frequenti a tratti persistenti e potranno assumere carattere di rovescio o temporale. Temporali particolarmente intensi dovrebbero abbattersi sulle coste ioniche, specie in Calabria. Non escludiamo delle grandinate. Sui monti continuerà a nevicare mediamente oltre 1000-1200 metri, leggermente più su sulle montagne della Sicilia e dell'Appennino più meridionale.

IL METEO NEL FINE SETTIMANA
Decisa guarigione sul Nord tutto, mentre insisterà marcata instabilità al Centro Sud con maltempo soprattutto sui settori ionici. Sabato ecco che le precipitazioni tenderanno a focalizzarsi sul Mezzogiorno e il miglioramento che coinvolgerà il Centro Nord dovrebbe precedere un temporaneo ritorno dell'Alta Pressione nei primi giorni della prossima settimana. Ciò dovrebbe facilitare un rialzo delle temperature, che comunque resteranno su valori tipici del periodo.

immagine 2 articolo 42932

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina