Meteo Giornale » Archivio » Flash Modelli »

Fase di maltempo acuto sino a metà mese

La stagione delle piogge a febbraio
Lo scenario barico euro-atlantico è molto chiaro: il flusso perturbato proveniente dal vortice islandese continuerà a sfruttare lo scivolo anticiclonico azzorriano per traghettare perturbazioni verso il Mediterraneo centrale, anche perché a est troverà la strada sbarrata dall'alta pressione russa. In tal modo le depressioni nord-atlantiche continueranno ad imperversare sull'Italia.

Le aree più colpite dalle precipitazioni
Dall'analisi delle correnti prevalenti e dalla formazione dei minimi al suolo, le aree del paese più colpite saranno in primi luogo quelle liguri e tirreniche, dove potranno cadere quantitativi davvero importanti di acqua. Nuove copiose nevicate interesseranno l'area alpina, sino a 800 metri di quota, mentre la neve in appennino cadrà a quote più elevate. Ancora una volta le regioni adriatiche saranno generalmente sottovento.

immagine 1 articolo 42434

Freddo o non freddo?
Nei prossimi giorni aria più fredda penetrerà in Italia, favorendo un calo della quota neve sui monti. A metà mese una saccatura artica, ma con asse troppo occidentale, favorirà una nuova irruzione fredda. In entrambi i casi nulla di eccezionale o di rilevante. Freddo che si potrebbe definire normale per la stagione. Quindi in definitiva le temperature si manterranno vicine alle medie, con picchi più probabili verso l'alto che verso il basso. Nessuna ondata di freddo importante è prevista!

Un augurio di buona giornata ai lettori del MTG!

Pubblicato da Aldo Meschiari - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina