Questo sito contribuisce all'audience di Il Post

 
 

Meteo Giornale » Archivio » Editoriali del Meteo Giornale »

Inverno 2015/2016: clima pazzo e dal meteo estremo. Prime avvisaglie di FREDDO di Inverno rubato alla prossima Primavera

immagine 1 articolo 42368 Mappa GFS a 15 giorni che indica la possibilità di avere una fase piuttosto fredda in Italia, ed anche perturbata.

L'Inverno italiano che si sia d'accordo o no, è anche quello che abbiamo descritto nel pezzo FEBBRAIO: è confermato, avremo il vero Inverno Italiano, ma cosa vuol dire? Condizioni meteo in peggioramento.

Ormai è confermato, avremo un forte peggioramento nel fine settimana con neve nelle zone alpine e poi in Appennino, poi altre perturbazioni con un sali e scendi termico. Taluni commentano l'evoluzione come autunnale, ma per essere autunno sarà troppo fredda, perciò mi pare che sia invernale.

Avremo quello scampolo di Inverno che molte volte si è visto in Italia giungere alla metà di Febbraio che è proseguito sino a Marzo. E se ciò è accaduto tante volte inizia a far parte della norma, o quantomeno è un evento non inconsueto.

Sovente ci raccontate degli Inverni rigidi del passato (beh, lo sappiamo anche noi, spesso ci facciamo degli articoli) come se quelli fossero la normalità, così ci dite di ricorrenti nevicate. Tutto ciò è vero, ma succedeva che c'erano anche varie annate miti e quasi senza neve. Avere le Alpi marroni sino a Febbraio non è un evento inedito.
C'erano annate nevose ed altre senza o con poca neve. Ma di certo un'annata come questa è fuori dalla norma anche perché segue ad un Autunno secco, ed un'Estate caldissima.

immagine 2 articolo 42368 Mappa della media 1921/1960, del numero dei giorni con neve in Italia.

Ma vediamo di capire che cosa potrebbe succedere.

Anche dai Global Model (esempio GFS/ECMWF) si inizia ad avere la parvenza di quel cambiamento indicato dai modelli matematici stagionali che affermavano che a Febbraio, specie da metà del mese, avremmo avuto fasi fredde o molto fredde.

Nella storia della meteo italiana ci sono stati mesi di Marzo che ebbero ondate di gelo e neve più intense di quelle invernali (1971, 1987). Marzo non è un mese invernale, in meteorologia è considerato primaverile. Pertanto possiamo parlare - se ci sarà un clima rigido - di freddo invernale che si estende alla Primavera.

Ma sarà così? Questa sera vi mostriamo una cartina GFS che riporta un trend a 15 giorni visto stamattina anche da ECMWF/ENS, che indica una fase di freddo marcato in Europa ed in Italia.

Se ciò sarà confermato, per metà mese in Italia si avrebbe neve a bassa quota e tempo instabile.

Pubblicato da Andrea Meloni

Inizio Pagina