Questo sito contribuisce all'audience di Il Post

 
 

Meteo Giornale » Archivio » Previsioni Meteo Italia »

ANTICICLONE primaverile, MITI i "giorni della Merla". SOLE, NEBBIE SMOG sino a inizio febbraio

Nei prossimi giorni, come ribadito più volte, vivremo un anticipo primaverile in piena regola. Il ritorno di un consistente Anticiclone manterrà lontani freddo e perturbazioni, mentre si infittiranno nebbie e nubi basse.

Si riparlerà di smog, o polveri sottili, insomma della scarsa qualità dell'aria che andremo a respirare. Avremo condizioni meteo climatiche vissute nei due mesi precedenti ed ovviamente si aggraveranno situazioni di crisi idrica dettate da mancanza di precipitazioni importanti.

IL METEO MARTEDI' 26 GENNAIO
Bel tempo, da Nord a Sud. L'aumento dell'umidità sta causando un aumento delle nubi basse tra Liguria e Toscana, dove non escludiamo anche qualche pioviggine nel corso della giornata. Un po' di nubi basse anche su coste tirreniche e nord Sardegna, ma tenderanno a diradarsi, così come andranno a diradarsi i banchi di nebbia che stanno coinvolgendo alcuni tratti della Val Padana e dell'alto Adriatico.

ANTICICLONE PER TUTTA SETTIMANA
Il consolidamento di un robusto campo anticiclonico, per l'intera settimana, garantirà condizioni di stabilità atmosferica da Nord a Sud. Il clima sarà molto gradevole di giorno, persino mite in montagna e sulle alture, mentre in pianura e lungo le coste crescerà l'umidità e il ristagno al suolo determinerà lo sviluppo di nebbie e nubi basse talvolta persistenti.

Le polveri sottili, vista la mancanza di un adeguato ricambio d'aria, riprenderanno ad accumularsi nelle grandi aree urbane. Si potrebbero superare nuovamente i livelli di guardia, il che non è certo un bene per la nostra salute.

GIORNI DELLA MERLA
Ci si approssima a quelli che in gergo vengono definiti "giorni della merla", che per tradizione dovrebbero essere i più freddi dell'anno. Ma le condizioni anticicloniche dovrebbero persistere sino ai primi di febbraio, quando inizieremo a osservare disturbi perturbati più incisivi verso l'Europa occidentale e il Mediterraneo. Gradualmente andrebbe a realizzarsi un cambio di rotta convincente, con ritorno del freddo anche sul nostro Paese. Ma ne sapremo di più nel corso della settimana.

ULTERIORI TENDENZE
Da confermare, entro la prima decade di febbraio, l'eventuale ritorno del freddo Artico anche in Italia.

immagine 1 articolo 42198

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina