Questo sito contribuisce all'audience di Il Post

 
 

Meteo Giornale » Archivio » Editoriali Modelli »

Tendenza meteo: Super-Anticiclone sino ai primi di Febbraio

Inizia la fase dominata dal Super-Anticiclone subtropicale
Inizia tra oggi e domani la lunga fase dominata dal Super-Anticiclone subtropicale, dalle caratteristiche simili a quello di dicembre, speriamo non però nella durata. La dinamica barica è semplice: il vortice polare si sta velocemente riassentando, e diventerà sempre più freddo e chiuso, facendo in tal modo aumentare di nuovo in modo considerevole l'indice AO. In più, nel comparto euro-atlantico, anche l'indice NAO salirà in territorio positivo. Le conseguenze meteo di tale scenario barico saranno un profondo e chiuso vortice polare in azione alle alte latitudini europee e un vasto e ben strutturato anticiclone delle Azzorre dominante sul vecchio continente, come possiamo vedere chiaramente nella GFS che rappresenta le anomalie dei GPT a 500 hPa.

immagine 1 articolo 42183

Italia risulterà molto penalizzata da tale scenario barico
Vediamo in che modo.
Per il nostro paese ciò comporterà:
1. Anticipo di primavera. Fase molto mite, soprattutto in montagna, con fusione della neve. Grande sofferenza per l'industria turistica invernale. Molto mite, potemmo dire meglio caldo, anche nelle località mediterranee, collinari e costiere in genere, dove non agiranno le inversioni termiche.
2. Inversioni termiche. Nelle valli e in Pianura Padana tornerà l'inversione termica, ovvero l'aria fredda ristagnerà in basso. Ovviamente torneranno anche le nebbie, in diversi casi fitte e persistenti.
3. Inquinamento pericoloso. Nei luoghi dell'invenzione termica, ma anche in tutte le principali aree urbane della penisola, il livello delle polveri sottili tornerà sopra i limiti. In Pianura Padana siamo già oltre i limiti in diverse località.

Quali vie di uscita?
Sebbene nulla d'interessante si intraveda nelle emissioni dei modelli deterministici (fisico-matematici), sondando gli indici teleconnettivi possiamo indurre che il vortice polare, come andrà verso un nuovo forte rafforzamento, così potrebbe di nuovo cadere nella trappola di gennaio, ovvero nel momento di massima velocità l'arrivo di disturbi dall'alto (Strawarming) e dal basso (onde emisferiche subtropicali) lo manderebbero in tilt, causandone la sua nuova distruzione. Anche perché ciò potrebbe avvenire a febbraio, verso la fine della stagione invernale, quando l'energia inizierebbe a mancare al Vortice Polare. Nel qual caso, si riaprirebbero le sorti dell'inverno europeo...

Un augurio di buona giornata ai lettori del MTG!

Pubblicato da Aldo Meschiari - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina