Meteo Giornale » Archivio » Previsioni Meteo Lungo Termine »

Alla ricerca dell'inverno, quando tornerà? La tendenza meteo per febbraio

INDIETRO TUTTA, METEO COME A DICEMBRE - La recente ondata di freddo ha fatto piombare l'Italia nel crudo inverno, come non era ancora accaduto da inizio stagione. Tutto ciò rischia d'essere solo una parentesi, in quanto incombe un nuovo periodo stabile anticiclonico che si preannuncia davvero duraturo. Sarà insomma un ritorno a condizioni già a lungo vissute negli ultimi mesi: ricorderete bene dicembre, dominato in lungo ed in largo dall'anticiclone, con eccezionale siccità ed emergenza inquinamento. Ma anche fine autunno fu caratterizzato da costante anticiclone. Ora si tornerà in una situazione del tutto simile, anche se l'ovvia speranza è che l'alta pressione non insisti così a lungo per settimane. Quello di dicembre è stato un anticiclone da record, difficilmente ripetibile, ma talvolta la meteo ripropone con eccezionale persistenza le medesime configurazioni.

MOSTRUOSO ANTICICLONE DI FINE GENNAIO - L'alta pressione inizierà ad abbracciare tutta Italia già nei prossimi giorni. Inizialmente la nostra Penisola si troverà ancora sul bordo orientale dell'anticiclone e quindi ancora parzialmente esposta a residue interferenze fredde da nord. La colonnina di mercurio inizierà comunque ad aumentare notevolmente nei valori massimi sulle regioni più occidentali e soprattutto sulle alture: il cambio di circolazione, con aria più mite da ovest, si avvertirà maggiormente in montagna, mentre sulle pianure gradualmente torneranno le inversioni termiche favorevoli al ritorno di nubi basse e nebbie sempre più fitte. Vedremo quindi con ogni probabilità salire nuovamente alle stelle i livelli d'inquinamento nelle grandi città del Nord. Avremo così un nuovo periodo senza piogge, che accentuerà l'anomalia avuta nel corso degli ultimi mesi.

immagine 1 articolo 42169

QUANDO UNA SVOLTA METEO? - La persistenza del campo d'alta pressione, supportato dal caldo anomalo in quota, sarà poi particolarmente negativa anche per le zone che hanno ricevuto nevicate significative negli ultimi giorni, in particolare lungo la dorsale appenninica. Ci saranno infatti giorni e giorni di tepore con il cupolone anticiclonico sub-tropicale. Non ci attendiamo novità per i prossimi 10 giorni e quindi fino ad inizio febbraio. Ipotesi di cambiamento si possono intravedere solo dopo il 3 febbraio, quando l'alta pressione potrebbe rimontare verso nord innescando così una discesa massiccia di correnti artiche verso l'Europa. Ogni ipotesi sulla traiettoria risulta al momento prematura. A quest'evoluzione si può dare un certo credito, perché risulterebbe attinente al nuovo previsto indebolimento del Vortice Polare, effetto dello stratwarming.

CONCLUSIONI - Ricordiamo che in queste situazioni d'alta pressione le previsioni a lungo termine risultano generalmente più attendibili e quindi ci si può sbilanciare con più validità a considerare valide tendenze meteo superiori ad una settimana. In sostanza, possiamo considerare del tutto improbabili sorprese da qui ad inizio febbraio, l'anticiclone non lascerà scampo.

Pubblicato da Mauro Meloni - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina