Questo sito contribuisce all'audience di Il Post

 
 

Meteo Giornale » Archivio » Flash Modelli »

Novità meteo. Lotta dura tra Azzorre a Artico!

Novità dai modelli: l'Artico resiste all'attacco azzorriano
Da ieri sera i modelli matematici propongono una maggiore resistenza all'avanzata azzorriana da parte dell'artico nei primi giorni della terza decade. In definitiva, una nuova pulsazione fredda interesserà l'Italia tra il 21 e il 23 gennaio. La sua intensità sarà inferiore alla precedente, ma comunque in grado di prolungare per altri giorni questa prima fase invernale, che quindi supererà ampiamente la settimana di durata. Stiamo però sempre parlando di correnti secche, soprattutto per il Nord.

immagine 1 articolo 42054

Anticiclone delle Azzorre alla conquista dell'Europa
Alla fine comunque è probabile che l'alta pressione azzorriana riesca ad invader l'Europa occidentale, e con qualche giorno di ritardo anche l'Italia. Il nostro paese rimane però, nelle carte meteo elaborate dai modelli, sempre al confine tra il promontorio subtropicale a ovest e la gelida saccatura artica a est. Tanto che il modello candese, GEM, continua a indicare la possibilità di una irruzione gelida continentale dopo il 25 gennaio. Tale ipotesi andrà tenuta sotto controllo.

immagine 2 articolo 42054

Conclusione
In definitiva la prima irruzione fredda della stagione è ormai realtà.
Il MeteoGiornale aveva indicato tale possibilità circa dieci giorno or sono.
La durata di questa fase fredda invernale si aggirerà sui 7/10 giorni, e sarà seguita da una pausa anticiclonica azzorriana. Ma l'inverno è ancora lungo. Rispetto a dicembre e alla prima metà di gennaio lo scenario barico è molto più dinamico, lasciando quindi aperta la possibilità di nuove azioni fredde sull'Italia.

Pubblicato da Aldo Meschiari - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina