Meteo Giornale » Archivio » Flash Modelli »

Dopo l'irruzione artica, l'alta azzorriana tenterà di avanzare verso l'Italia

Dopo l'irruzione fredda: Artico o Azzorre?
Ci vogliamo concentrare in questo articolo sul dopo irruzione artica, che ormai è materia da previsioni di breve termine se non da nowcasting.

Ai critici dobbiamo dire che il Meteo Giornale ha individuato tale irruzione artica più quasi dieci gironi fa. Da qualche giorno cerchiamo invece di capire, studiando con attenzione le emissioni modellistiche dei principali Centri di Calcolo, se vi sarà una seconda irruzione artica dopo il 20 gennaio, oppure si tornerà sotto condizioni anticicloniche azzorriane.

immagine 1 articolo 42000

Tra le incertezze sembra prevalere l'ipotesi azzorriana
Ad uno sguardo attento, sembra evidente che l'ipotesi azzorriana abbia guadagnato molto terreno. Osservando la GFS MTG qui riportata, noteremo come i protagonisti barici della terza decade di gennaio saranno tre. Il vortice canadese, grande fucina di depressioni nord-atlantiche, tenderà a spingere in modo imperioso verso sud-est andando quindi ad attivare la risposta sub-tropicale azzorriana. Il cuneo altopressorio avanzerà verso est, in direzione del Mediterraneo centrale. Dall'altra parte, la saccatura artica continuerà a essere alimentata da venti molto freddi provenienti dalle terre polari. L'Italia si verrà a trovare quasi sulla linea di confine di questi due protagonisti barici, l'alta delle Azzorre a ovest e il vortice artico a est.

Quali ancora i punti incerti?
Sebbene appaia abbastanza evidente la maggiore capacità intrusiva dell'alta azzorriana, non appare ancora del tutto tramontata l'ipotesi di una seconda e magari veloce irruzione artica. Basterebbe che un nucleo ciclonico artico si staccasse dalla saccatura madre e trovasse la strada del Mediterraneo centrale, e si aprirebbero proprio tra il 21 e il 22 scenari nevosi su diverse aree del paese. Ma va detto: tale ipotesi per ora è minoritaria.

Manca ancora l'emissione mattutina di ECMWF (modello matematico americano).

Seguite gli aggiornamenti perché l'evoluzione meteo è quanto mai dinamica!

Un augurio di buona giornata ai lettori del MTG!

Pubblicato da Aldo Meschiari - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina