Meteo Giornale » Archivio » Previsioni Meteo Lungo Termine »

Neve e gran freddo. Possibile una seconda ondata di freddo

METEO INVERNALE, TUTTO IN UNA VOLTA - Siamo ormai nell'imminenza dell'irruzione fredda artica, che già nelle prossime ore inizierà a valicare l'Arco Alpino per poi tuffarsi lungo lo Stivale. L'entrata dell'aria polare sul Mediterraneo è preceduta dal transito, attualmente in atto, di una perturbazione su parte del Centro-Nord. Sarà proprio questo fronte a far da apripista all'aria fredda nordica, risucchiandola verso il Mediterraneo. E' proprio il caso di dirlo, le temperature crolleranno in picchiata soprattutto al Centro-Sud. Il raffreddamento in arrivo sarà percepito in modo eclatante per effetto del caldo anomalo che ha caratterizzato anche qursta prima parte di gennaio, inoltre soffieranno venti forti. Di per sé l'ondata di freddo di matrice artica non sarà così eccezionale, comunque si tratterà del primo incisivo episodio di stampo invernale in una stagione che finora ha mostrato molto poco del suo lato freddo e nevoso.

SVOLTA METEO DEL WEEK-END, FREDDO E NEVE - Le temperature hanno di recente toccato picchi degni del mese d'aprile e adesso, con l'arrivo del freddo vero, si perderanno anche 10-15 gradi. Sarà un vero e proprio ribaltone. Il cambio di passo dell'inverno si avvertirà soprattutto al Centro-Sud, ove il raffreddamento si accompagnerà anche all'instabilità: la neve potrebbe così spingersi fino a quote molto basse, specie lungo l'Adriatico. Saranno le regioni dei versanti orientali le più esposte all'irruzione artica, dato che il target principale sarà costituito dal comparto balcaniche. Più al riparo risulteranno le regioni tirreniche, poiché sottovento all'Appennino, ed anche il Settentrione ove il freddo si farà sentire più gradualmente e con forti gelate notturne anche in pianura. L'irruzione artica sarà una toccata e fuga? Confermiamo di no, l'inverno resterà con ogni probabilità grande protagonista anche nei giorni successivi.

immagine 1 articolo 41968 La tendenza meteo per l'inizio della prossima settimana, quando l'Italia risentirà ancora del freddo dai Balcani. Il grosso del gelo si localizzerà sul Centro-Est Europa, non è chiaro se giungerà forte sull'Italia nei giorni successivi attraverso un secondo impulso. Fonte www.meteogiornale.it/mappe

METEO PROSSIMA SETTIMANA, ALTRO FREDDO - Le ultime tendenze meteo, riguardo l'evoluzione attesa a partire dal 18 gennaio, mostrano molta incertezza. Nei primi giorni della settimana sui mari occidentali italiani giungeranno infiltrazioni più umide da ovest, che confluiranno con l'aria più fredda che affluirà ancora dai Balcani. In questa fase potrebbe così formarsi un piccolo vortice di bassa pressione a ridosso della Sardegna, il quale potrebbe poi favorire il richiamo di una nuova forte irruzione fredda verso metà settimana, dalle caratteristiche più spiccatamente continentali. Sarà altresì determinante anche l'elevazione contemporanea dell'anticiclone delle Azzorre in sede europea verso nord-nord/est, per fare in modo che il flusso gelido venga convogliato verso l'Italia. Bisognerà attendere i prossimi aggiornamenti per valutare l'effettiva traiettoria della nuova eventuale irruzione d'aria fredda.

CONCLUSIONI - L'inverno farà finalmente sentire decisamente la propria voce anche sull'Italia, come avevamo preannunciato con largo anticipo. Per almeno una settimana avremo a che fare con l'influsso dell'aria artica, poi dal 23 gennaio non si esclude che l'anticiclone torni ad insediarsi con il proprio fulcro sul Mediterraneo Centrale chiudendo così la porta al freddo da est. Tuttavia, trattandosi di tendenze così a lungo termine, resta un'evoluzione suscettibile d'ampie modifiche.

Pubblicato da Mauro Meloni - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina