Meteo Giornale » Archivio » Analisi Modelli »

Seconda irruzione artica: lo snodo cruciale è in Atlantico

Appurata la prima ondata di freddo, che porterà neve a bassissime quote in varie regioni d'Italia, ci si interroga sull'eventuale reiterazione artica della prossima settimana. Diciamo che il quadro climatico dovrebbe rimanere orientato su frequenze invernali almeno sino a metà della prossima settimana. A prescindere da eventuali precipitazioni.

Ma allora cos'è che sta causando le incertezze modellistiche riscontrate nelle ultime ore? Beh, per spiegarvelo dobbiamo riprendere in mano l'argomento trattato ieri: il ruolo del Vortice Canadese. Per capire quel che potrebbe accadere abbiamo rielaborato una mappa Multimodel relativa alla mezzanotte del 20 gennaio.

Le due soluzione possibili sono queste: il Vortice Canadese spingerà verso sudovest - innescando una nuova pulsazione anticiclonica verso l'Islanda - o si allungherà a sudest sospingendo l'Alta delle Azzorre verso il nostro Paese. Se sino a ieri sera era possibile osservare una modellistica orientata sulla prima soluzione, stamane abbiamo alcuni modelli che percorrono questa strada mentre altri hanno scelto d'intraprendere l'altro percorso. Per sciogliere le riserve occorrerà attendere il fine settimana: solo a quel punto potremo risolvere il rebus.

immagine 1 articolo 41961

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina