Meteo Giornale » Archivio » Previsioni Meteo Lungo Termine »

Confermato l'arrivo del freddo invernale duraturo. Gelate e neve

ULTIM'ORA per tutto il pomeriggio odierno avremo un'edizione speciale per analizzare entità e durata del freddo.

Temperature in calo: in queste ore stiamo registrando una diminuzione delle temperature a seguito di un primo impulso d'aria fredda affluito dal Golfo del Leone. I valori termici si stanno riportando verso le medie stagionali, ma torneranno a salire temporaneamente nelle prossime 24 ore.

Perturbazione atlantica precederà l'irruzione artica: il rialzo di cui sopra verrà pilotato da umide correnti atlantiche, associate a loro volta all'ennesima perturbazione di gennaio. Perturbazione che apporterà maltempo a partire dal Nord Italia, in successiva estensione al Centro Sud e Isole. Probabili nevicate a bassa quota su Alpi e Appennino settentrionale, non escludiamo qualche fioccata in pianura sulla Val Padana centro occidentale.

Svolta invernale: il freddo irromperà in Italia nella giornata di sabato, causando un peggioramento che andrà a coinvolgere le adriatiche, Sud e Isole. Il crollo termico faciliterà nevicate a bassa o bassissima quota, localmente fino in pianura tra Marche, Abruzzo e Molise. Successivamente potrebbe nevicare anche lungo le coste.

Un secondo impulso: i modelli stanno inquadrando una reiterazione del freddo nella prima metà della prossima settimana. Freddo che potrebbe associarsi anche all'ingresso di una perturbazione che andrebbe a favorire ulteriori nevicate a bassa quota. Ma per i dettagli vi rimandiamo agli aggiornamenti dei prossimi giorni.

Tendenza fine mese: le dinamiche emisferiche indicano l'isolamento di una bolla d'aria gelida sull'est Europa e una buona vivacità dell'Alta delle Azzorre pronta a spingersi ancora verso nord. Non è da escludere, a cavallo tra fine gennaio e inizio febbraio, un'altra irruzione fredda con maggiore componente continentale.

immagine 1 articolo 41944

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina