Questo sito contribuisce all'audience di Il Post

 
 

Meteo Giornale » Archivio » Editoriali Modelli »

Cambiamento meteo di metà gennaio, tutto confermato. Arriva la prima vera irruzione fredda d'Inverno

Cruda fase invernale in Europa
Come abbiamo più volte avuto modo di spiegare, il nocciolo europeo del distrutto vortice polare piomberà sul vecchio continente a partire dal 14 gennaio, gettando molte regioni centro-orientali europee nel gelo. Anche l'Italia verrà colpita, ma in modo meno intenso rispetto agli stati orientali. Nella Multimodel, qui sotto riportata, notiamo il blocco anticiclonico appena ad ovest del nostro paese, in grado di fare da scivolo per le correnti artiche che faranno irruzione nelle regioni europee, sino al Mediterraneo.

immagine 2 articolo 41920

La prima irruzione fredda invernale di questa anomala stagione
Stiamo quindi per vivere la prima vera irruzione fredda di questo anomalo inverno. L'Italia verrà raggiunta dapprima da correnti moderatamente fredde che entreranno da nord-ovest, dalla porta del Rodano (14 e 15 gennaio). In questa fase avremo un peggioramento meteo al Nord, con rischio neve a quote anche basse. Ma il nucleo più freddo giungerà tra il 16 e il 19 gennaio, attraverso la porta della Bora e poi attraverso l'Adriatico, colpendo direttamente le nostre regioni orientali.

immagine 1 articolo 41920

Le aree più colpite: le regioni adriatiche e gli Appennini
Appare evidente che per le regioni adriatiche centro-meridionali potrebbe trattarsi di un evento molto crudo, con raffiche di grecale gelide e neve per stau sui contrafforti appenninici, ma anche da Effetto Adriatico, ovvero aria fredda che passa su un bacino marino e si carica di umidità rovesciandola come neve nelle terre ad est a quote collinari. La Pianura Padana verrà spazzata da venti di bora, molto freddi, ma per lo più secchi. Freddo secco, anche intenso, sulle Alpi. Le regioni liguri-tirreniche, invece, saranno più riparate, e risentiranno meno del freddo intenso.

Conclusione: freddo per una settimana circa
Se per i particolari invito alla lettura dei sempre aggiornati bollettini meteo del MTG, va detto che questa fase fredda, fatte le dovute differenze, si protrarrà per almeno un settimana, ovvero dal 14 gennaio al 20 gennaio circa. Probabile che la terza decade veda, almeno all'inizio, una ripresa anticiclonica con rialzo termico. Ma su tale tendenza a lungo periodo bisognerà tornare.

Un augurio di buona giornata ai lettori del MTG!

Pubblicato da Aldo Meschiari - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Inizio Pagina