Il Post

 
 

Meteo Giornale » Archivio » Meteo News dal Mondo »

Neve negli USA e in Afghanistan, gelo record in Groenlandia, caldo in Brasile

Forti nevicate nel Midwest e in New England a Santo Stefano, New York al limite tra pioggia e neve. Neve fin in collina, con gran gelo, in Afghanistan. -58,8°C a Summit, Groenlandia, nuovo record del 2012 nell'emisfero nord. Forti temporali in Argentina. Record (con qualche dubbio) a Windhoek, Namibia. Molto caldo nel nordovest del Sudafrica. Oltre 43°C in Brasile, 39°C anche a Porto Alegre.

immagine articolo 25862

Indianapolis, mercoledì 26 dicembre: la neve è caduta abbondante. Fonte www.wunderground.com.

Una tempesta di neve ha colpito gli States tra Natale e Santo Stefano, spostandosi dalle Great Plains, dove per Natale vi sono state nevicate record soprattutto in Arkansas, al New England, senza risparmiare molte delle principali metropoli, da Philadelphia a New York, anche se nella Grande Mela vi è stata più pioggia che neve. Alla stazione di Adams Field (Little Rock, Arkansas) i 9 inches (oltre 22 cm) caduti il giorno di Natale hanno fatto di quello del 2012 il Natale più nevoso, superando ampiamente i 4,2 inches (1 cm) del Natale 1926. A Buffalo la nevicata di Santo Stefano ha fatto crescere il manto nevoso da 0 alle 6 GMT del 26 a 28 cm alle 6 GMT del 27, nello stesso periodo Syracuse è passata da 15 a 28 cm, Cleveland da 0 a 13 cm, Youngstown da 5 a 23 cm, Indianapolis e Dayton da 0 a 18 cm. Più a sud, tra Virginia e le Carolinas, il giorno di Santo Stefano è stato caratterizzato da forti piogge, con (tra le 6 GMT del 26 e la stessa ora del 27) 64 mm a Norfolk, 60 a Wallop Island, 59 a Greenville-Spartanburg AP, 46 a Wilmington, 44 ad Asheville. Molta pioggia anche ad Atlantic City, sulla costa del New Jersey, con 66 mm.

Nevicate diffuse in Afghanistan tra mercoledì 26 e giovedì 27 dicembre, anche a quote piuttosto basse. La neve è caduta abbondante a Kabul ma anche ad Herat (m 964) e persino ai 378 m di Mazal-i-Sharif. Le nevicate hanno avuto luogo con temperature spesso abbondantemente negative. A Fayzabad (m 1200), nel nord, alle 17 locali del 27 dicembre nevicava con -12°C, alla stessa ora a Mazal-i-Sharif nevicava con -8°C.

Summit, situata a 3202 metri sul plateau ghiacciato della Groenlandia, si è ripresa, con i -58,8°C registrati mercoledì 26 dicembre, il primato di freddo del 2012 per l'emisfero sud, togliendolo, probabilmente definitivamente, alla siberiana Ojmjakon, che pochi giorni fa aveva registrato -58,6°C.

In Europa ora prevalgono le correnti miti e umide atlantiche. In Germania, giovedì 27 dicembre vi sono state piogge diffuse e localmente intense, con neve solo oltre i 1000-1200 m. Tra le 18 GMT del 26 e la stessa ora del 27 dicembre, 35 mm a Freudenstadt, 34 a Tholey, 27 a Idar-Oberstein, 26 al Feldberg e a Grosser Arber (m 1493 e 1446, neve). In montagna vi sono stati anche venti da ovest-sudovest tempestosi, con raffiche fino a 140 km/h alla Zugspitze, 136 al Feldberg, 126 al Brocken, 104 a Klippeneck e Fichtelberg, 97 a Grosser Arber.

Forti temporali in Argentina per Santo Stefano. Tra le 6 e le 12 GMT a Reconquista sono caduti 72 mm di pioggia, a Paso de Los Libres 55 mm, a Monte Caseros 28.

Windhoek, la capitale della Namibia, situata a m 1728, ha stabilito mercoledì 26 dicembre il suo nuovo record assoluto di caldo con 40,6°C, superandolo nuovamente il 27 dicembre con 40,7°C. Il precedente record era di 39,5°C stabilito più volte in questo 2012, in gennaio e ripetutamente in dicembre. Proprio la frequenza con cui Windhoek ha registrato temperature record, unitamente alla differenza con le altre stazioni nell'area, fanno tuttavia sorgere alcuni dubbi sull'attendibilità della stazione. Fa comunque molto caldo in Namibia, giovedì 27 anche Hardap (m 1108) ha raggiunto i 40,8°C e Ketmanshoop, appena più bassa, si è fermata a 39,2°C.

Molto caldo giovedì 27 dicembre, per venti di berg, anche in Sudafrica nordoccidentale, con 43,5°C a Vioolsdrif, 41,6°C a Twee Riviere, 41,2°C a Vredendal.

Caldo veramente notevole in Brasile dicembre, con i 42,1°C di Torres (record assoluto per la stazione), i 39,0°C di Porto Alegre AP (che ha un record di 40,7°C) e soprattutto i 43,3°C di Criciuma (Santa Catarina), seconda temperatura più elevata di sempre nel vasto paese sudamericano. Il record nazionale brasiliano è 44,6°C e appartiene alla stazione, non più attiva, di Orleans.

Giovanni Staiano

Inizio Pagina